Con il FabLab il Comune di Taranto realizza un sogno!

Condividi

Con un workshop viene presentato alla comunità il primo FabLab del Comune di Taranto, un centro attrezzato per la realizzazione di oggetti tridimensionali mediante avanzate tecnologie 3D.

L’iniziativa è finanziata mediante una raccolta di fondi online (crowdfunding) promossa dal Comune di Taranto in collaborazione con il gruppo informale NextTaranto.

Le attività del primo FabLab tarantino hanno preso il via nelle scorse settimane presso l’Urban Center dell’Amministrazione comunale di Taranto in Vico Carducci, nel cuore dell’Isola Madre; la sua gestione è stata affidata, mediante avviso pubblico, all’ETS “Associazione Europa Solidale Onlus”.

Nella struttura opera un variegato gruppo di innovatori, tra cui ingegneri, architetti, programmatori, designer e artigiani; una comunità di makers che può dare un significativo contributo anche alla rigenerazione sociale dell’Isola Madre.

L’obiettivo del FabLab, infatti, è educare le giovani generazioni all’intraprendenza, allo spirito di iniziativa ed al lavoro di gruppo attraverso tipiche attività quali l’autocostruzione di dispositivi, condivisione delle conoscenze tecnologiche, cooperazione con le comunità dei makers, eventi ed incontri con opinion leaders nella cultura della fabbricazione digitale e del making.

L’attività del primo FabLab del Comune di Taranto è da considerarsi propedeutica alla nascita e allo sviluppo a Taranto di una comunità digitale di makers e fabber; per questo il FabLab è inclusivo e aperto alla collaborazione con tutta la comunità tarantina, in particolare con le scuole superiori, l’università, le imprese e gli studi professionali.

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento