ElezioniRegionali 2020. Doppia preferenza di genere, Di Bari: “No a strumentalizzazioni politiche da parte della maggioranza”

Condividi

“L’introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale regionale è un tema serio che avrebbe dovuto essere approfondito e affrontato in questi anni e non può essere strumentalizzato a fini politici come si è cercato di fare ieri in Commissione, solo per cercare voti in vista delle prossime regionali”.

“Un impegno – continua Di Bari  al termine delle audizioni in VII Commissione – che il presidente Emiliano aveva preso ad inizio legislatura, ma sono passati cinque anni ed è ancora tutto fermo, con tre proposte di legge del centrosinistra che giacciono in VII Commissione, su cui la maggioranza non è riuscita a fare sintesi e a convergere. La maggioranza, invece di uscire con comunicati di singoli consiglieri che si proclamano paladini della doppia preferenza di genere, porti la proposta in Aula, dal momento che ha i numeri per farla approvare. Evidentemente essendo spaccati su tutto, hanno paura che alla prova del voto si abbia una fumata nera come accaduto nel recente passato su altre questioni o che strategicamente qualcuno vada via per far cadere il numero legale. Una prassi a cui siamo purtroppo abituati”.

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.