Settimana Santa a Grottaglie: riti religiosi e tradizioni popolari

Condividi

Presentato il programma unico degli eventi

21 febbraio– 16 aprile 2020

Presentato a Grottaglie nei suggestivi ambienti dell’oratorio della Confraternita del Purgatorio, il programma della Settimana Santa 2020, un calendario che per la prima volta riunisce i riti di preparazione alla Pasqua delle cinque Confraternite cittadine insieme ad una serie di eventi ed itinerari tematici per conoscere i preparativi “segreti” ed approfondire la storia delle congregazioni.

Non si tratta solo di fede, ma anche di arte, tradizione e storia locale.

Oltre alla programmazione religiosa, infatti, il calendario comprende itinerari ed incontri culturali per approfondire le peculiarità del patrimonio artistico delle Confraternite che ricopre un ruolo importante nella comprensione della storia della scultura religiosa pugliese nel Sud Italia.

Il primo degli appuntamenti culturali sarà giovedì 2 aprile, alle 18.00 presso l’oratorio della Confraternita del Purgatorio, dove si terrà l’incontro “Il tema della Passione di Cristo nella statuaria in legno e cartapesta del Sud” a cura di Letizia Gaeta, docente di Storia dell’Arte Moderna all’Università del Salento (Lecce).

Torna Pàthos, le visite guidate esclusive che oltre a far vivere l’esperienza di pratiche cultuali passate e presenti, condurranno i partecipanti all’interno degli oratori delle Confraternite nel centro storico di Grottaglie, veri e propri scrigni d’arte. L’itinerario delle visite per entrambi i giorni, venerdì 3 e martedì 7 aprile, partirà dal Castello Episcopio, in largo Maria Immacolata. L’orario d’incontro è previsto per le 17.00 e la partecipazione alla visita guidata è gratuita con obbligo di prenotazione entro le 16 del giorno che precede la data scelta.

Le visite di Pàthos quest’anno saranno straordinariamente disponibili nelle fascia oraria mattutina anche per le scuole di ogni ordine e grado della città in un calendario di date ben definito: 17-18-19-24-25 marzo / 1 aprile.

 

È di qualche giorno fa la notizia dell’approvazione all’unanimità della proposta di legge per il riconoscimento dei riti della Settimana Santa come patrimonio immateriale della Regione Puglia. Come amministrazione comunale siamo soddisfatti in quanto conferma lo spirito alla base dell’azione messa in atto in questi mesi con le Confraternite del territorio. Un’affascinante mescolanza di religiosità popolare, spiritualità, e arte da riscoprire, promuovere e tutelare. Appuntamenti immancabili per tutta la comunità cittadina ma che affascinano turisti e visitatori. In Italia il turismo per motivi religiosi, secondo i dati dell’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche registra l’1,5% sul totale dei flussi, un totale di 5,6 milioni di presenze turistiche e la presenza straniera costituisce circa il 60% del segmento. Un dato importante al quale un amministrazione comunale deve necessariamente guardare per offrire un altro asse di promozione culturale del nostro territorio. Un percorso iniziato con gli attori principali della Settimana di Passione, Confraternite e Padri Spirituali, e con chi già da alcuni anni si occupa di promuovere questo immenso patrimonio culturale, Sistema Museo e l’agenzia di comunicazione GireGrafica attraverso il sito www.bubblibubbli.it. Un tavolo permanente che continuerà a lavorare per promuovere questo smisurato capitale culturale e religioso di cui la città di Grottaglie dispone.

 

Info e prenotazioni

Info-Point Grottaglie

Castello Episcopio, largo Maria Immacolata

099 5623866 (tutti i giorni, 10.00-18.00)

infopoint@comune.grottaglie.ta.it

 

 

 

 

 

Condividi

Lilli D'amicis

Lilli D’Amicis - giornalista - Arcangela Chimenti D’Amicis, così risulta all’anagrafe di Grottaglie, dove è nata e dal 2010 risiede, dopo un’assenza di quasi 20 anni, ma tutti la conoscono come Lilli D’Amicis, giornalista senza peli sulla lingua, dal 1984 esercita una delle professioni più affascinanti, il giornalismo appunto, un’attività che principia come corrispondente al Corriere del giorno di Taranto, grazie al quale, nel 1986, ottiene l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti di Puglia e da allora comincia una fitta attività in giro per l’Italia, ricoprendo vari ruoli sempre nell’ambito della comunicazione giornalistica. Ha collaborato nei Tg di Videolevante di Taranto, Retepuglia, Trcb e Puglia Tv tutte emittenti del brindisino. A Puglia tv realizza il primo tg fatto dai bambini delle scuole elementari di Brindisi, un successo ed una novità che la portò a Sanremo, in una Convegno nazionale ACLI per parlare di questo singolare esperimento. Poi trasferitasi al nord, a La Spezia, ha iniziato a collaborare con l’emittente televisiva Astro tv ed Uno Tv, nella prima ha realizzato e condotto programmi di approfondimento giornalistico, nella seconda invece ha ricoperto l’incarico di capo redattore, redigendo e conducendo Tg e programmi di approfondimento. A Roma ha collaborato a Il Tempo, redazione cronaca e poi spettacoli. Tornata in Puglia a Brindisi, è entrata a far parte della redazione giornalistica di Ciccio Riccio fm, dove realizzava 7 radio notiziari al giorno, e contemporaneamente teneva due rubriche di spettacolo, sul Corriere del Giorno di Taranto, da lei ideate “Radioascoltando” e “Televisionando”. Nel 1997 fonda un giornale cittadino, il mensile di varia informazione, ZOOM, tutto a colori, formato poket, con una tiratura di 2000 copie, con vendite che hanno toccato le 1500 copie, naturalmente oltre ad editore era anche direttore. Zoom fu all’epoca il primo giornale cartaceo ad avere un sito internet: www.zoomonline.it. Nel 2001 è costretta a chiudere il suo amato Zoom, dove si sono formati alcuni ragazzi, oggi giornalisti locali di talento, la chiusura fu dovuta anche a un furto nella redazione che mise in ginocchio le già magre risorse finanziarie del giornale. Dal 1998 firma le testate giornalistiche dell’emittente radiofonica “Ciccio riccio” e “Disco box”. Dal 2006 è addetto stampa di un Senatore di Puglia e dal 2000 fornisce il servizio di uffici stampa politici. Nel marzo del 2011 fonda un nuovo giornale, ma questa volta è solo on line: www.oraquadra.info e dal 2004 ha un blog di successo: www.tuttoilresto-noia.blogspot.com , già nel titolo è una leggenda, firme di studiosi ed intellettuali locali contribuiscono alla redazione di questo blog che conta una media di 1200 visitatori al giorno. Ha conseguito la maturità scientifica e diploma magistrale, non è riuscita a laurearsi perché il suo tempo oltre che dal lavoro giornalistico è stato impiegato a crescere i suoi due meravigliosi figli, avuti in giovanissima età e ai quali non ha voluto mai far mancare l’affetto del padre, suo marito Oreste, ufficiale della Marina Militare in carriera, sempre in giro per il mondo e lei appresso a lui con Michela oggi giovane avvocato e Giovanni pilota di aerei e istruttore piloti di linea.

Lascia un commento