Carosino. Un milione e 205mila euro per efficientamento energetico scuola elementare “Aldo Moro”

Condividi

Altro grande risultato quello ottenuto in questi giorni dall’amministrazione comunale di Carosino, guidata dal sindaco Onofrio Di Cillo. Ammonta ad un milione e 205mila euro, infatti, il finanziamento ottenuto dalla Regione Puglia per l’efficientamento energetico della scuola elementare “Aldo Moro” .

“Si tratta senza dubbio alcuno – ha commentato il sindaco Di Cillo – di una buona notizia per l’intera comunità, anche perché va a beneficio di un settore importante quale quello scolastico, fondamentale per la crescita e la formazione dei nostri ragazzi. Quest’intervento consentirà di effettuare un restyling per adeguarci alle nuove normative a livello energetico rendendo, allo stesso tempo, la scuola elementare sempre più adeguata alle esigenze di questa fascia della popolazione scolastica”.

Nel 2017 il Comune di Carosino aveva partecipato ad un avviso pubblico emanato dalla Regione Puglia per la presentazione di progetti che miravano a realizzare interventi su strutture pubbliche, al fine di arrivare ad avere  edifici a impatto energetico pari quasi a zero. Il progetto però non era rientrato tra i primi interventi ammessi a finanziamento.

Grazie all’interessamento del Sindaco Di Cillo, che ha costantemente seguito il progetto e all’impegno dell’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Cosimo Borraccino, si è riusciti a raggiungere quest’altro grande risultato per Carosino. Su proposta dell’Assessore Borraccino, infatti, la Giunta Regionale ha autorizzato l’utilizzo di circa 30 milioni di euro provenienti dal Patto della Puglia per lo scorrimento della graduatoria degli interventi ammissibili al finanziamento per l’efficientamento energetico. Sono stati finanziati così altri quattro progetti tra cui quello di Carosino.

Comprensibile, dunque, la soddisfazione del Sindaco Di Cillo per questo risultato che testimonia il continuo impegno dell’Amministrazione Comunale per il bene della propria comunità.

“Riteniamo – afferma Di Cillo – che non serva solo presentare un progetto e aspettare che venga finanziato, ma che sia necessario seguirlo continuamente e monitorarlo affinchè vada a buon fine. Dove è possibile, occorre saper chiedere un ulteriore sforzo per aumentare gli interventi ammessi a finanziamento. Ciò  è accaduto proprio con questo progetto, grazie all’interessamento dell’Assessore Borraccino, diventato ormai un amico e un punto di riferimento per la nostra comunità. Desidero esprimere- conclude il Sindaco Di Cillo – il mio più sentito ringraziamento al Presidente della Regione, Michele Emiliano e all’Assessore  Cosimo Borraccino per l’attenzione e la grande vicinanza mostrata nei confronti del nostro paese”.

***AGGIORNAMENTO 18/03/2020

Il GSE (Gestore dei Servizi Energetici) ha stanziato per il Conto Termico 2.0 un ammontare pari a  900 milioni di euro per il 2020. 
Tali incentivi sono finalizzati al miglioramento dell’efficientamento energetico di edifici su impianti di piccole dimensioni e l’importo massimo rimborsabile ammonta al 65% delle spese. 
 
Tra le novità di questo anno: 
  • la possibilità di detrazioni per le principali spese per l’acquisto di nuovi impianti e i relativi costi per la loro installazione
  • una semplificazione della domanda per l’accesso agli incentivi per ridurre la percentuale di domande rifiutate a causa di errori o di elementi mancanti nella pratica. 
Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente sito.

 


Condividi

Lilli D'amicis

Lilli D’Amicis - giornalista - Arcangela Chimenti D’Amicis, così risulta all’anagrafe di Grottaglie, dove è nata e dal 2010 risiede, dopo un’assenza di quasi 20 anni, ma tutti la conoscono come Lilli D’Amicis, giornalista senza peli sulla lingua, dal 1984 esercita una delle professioni più affascinanti, il giornalismo appunto, un’attività che principia come corrispondente al Corriere del giorno di Taranto, grazie al quale, nel 1986, ottiene l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti di Puglia e da allora comincia una fitta attività in giro per l’Italia, ricoprendo vari ruoli sempre nell’ambito della comunicazione giornalistica. Ha collaborato nei Tg di Videolevante di Taranto, Retepuglia, Trcb e Puglia Tv tutte emittenti del brindisino. A Puglia tv realizza il primo tg fatto dai bambini delle scuole elementari di Brindisi, un successo ed una novità che la portò a Sanremo, in una Convegno nazionale ACLI per parlare di questo singolare esperimento. Poi trasferitasi al nord, a La Spezia, ha iniziato a collaborare con l’emittente televisiva Astro tv ed Uno Tv, nella prima ha realizzato e condotto programmi di approfondimento giornalistico, nella seconda invece ha ricoperto l’incarico di capo redattore, redigendo e conducendo Tg e programmi di approfondimento. A Roma ha collaborato a Il Tempo, redazione cronaca e poi spettacoli. Tornata in Puglia a Brindisi, è entrata a far parte della redazione giornalistica di Ciccio Riccio fm, dove realizzava 7 radio notiziari al giorno, e contemporaneamente teneva due rubriche di spettacolo, sul Corriere del Giorno di Taranto, da lei ideate “Radioascoltando” e “Televisionando”. Nel 1997 fonda un giornale cittadino, il mensile di varia informazione, ZOOM, tutto a colori, formato poket, con una tiratura di 2000 copie, con vendite che hanno toccato le 1500 copie, naturalmente oltre ad editore era anche direttore. Zoom fu all’epoca il primo giornale cartaceo ad avere un sito internet: www.zoomonline.it. Nel 2001 è costretta a chiudere il suo amato Zoom, dove si sono formati alcuni ragazzi, oggi giornalisti locali di talento, la chiusura fu dovuta anche a un furto nella redazione che mise in ginocchio le già magre risorse finanziarie del giornale. Dal 1998 firma le testate giornalistiche dell’emittente radiofonica “Ciccio riccio” e “Disco box”. Dal 2006 è addetto stampa di un Senatore di Puglia e dal 2000 fornisce il servizio di uffici stampa politici. Nel marzo del 2011 fonda un nuovo giornale, ma questa volta è solo on line: www.oraquadra.info e dal 2004 ha un blog di successo: www.tuttoilresto-noia.blogspot.com , già nel titolo è una leggenda, firme di studiosi ed intellettuali locali contribuiscono alla redazione di questo blog che conta una media di 1200 visitatori al giorno. Ha conseguito la maturità scientifica e diploma magistrale, non è riuscita a laurearsi perché il suo tempo oltre che dal lavoro giornalistico è stato impiegato a crescere i suoi due meravigliosi figli, avuti in giovanissima età e ai quali non ha voluto mai far mancare l’affetto del padre, suo marito Oreste, ufficiale della Marina Militare in carriera, sempre in giro per il mondo e lei appresso a lui con Michela oggi giovane avvocato e Giovanni pilota di aerei e istruttore piloti di linea.

Lascia un commento