Taranto Opera Festival: “I tre tenori”

Condividi

Il Taranto Opera Festival torna sulle scene con il terzo spettacolo della stagione invernale, il 26 e 27 febbraio, con il gran gala lirico “I tre tenori”, in collaborazione con Opera in Roma. L’intera rassegna, in programma al teatro Fusco di Taranto, è promossa dall’associazione musicale Domenico Savino e dal Comune di Taranto, con il patrocinio della Regione Puglia.  Paulo Paolillo, Delfo Paone e Paolo Spagnuolo saranno gli interpreti de “I tre tenori” e saranno accompagnati, al pianoforte, dal maestro Davide Dellisanti. Nel gran gala lirico, le tre voci interpreteranno le arie più celebri del panorama operistico italiano, nelle quali il registro del tenore è protagonista, offrendo al pubblico un programma composto da brani famosi, ma anche da parti meno conosciute, in un excursus che renderà omaggio al melodramma. 

Il cartellone è promosso dall’assessore comunale alla cultura Fabiano Marti, da Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, rispettivamente presidente e direttore artistico dell’associazione musicale Domenico Savino, dal direttore artistico dell’intera rassegna Davide Dellisanti, dal direttore musicale Luigi di Fino. Il comitato artistico-organizzativo è composto da Francesco Amatulli, Antonia Cifrone e Angela Massafra. Flavio Franco è il fotografo di scena. La rassegna si avvale del main sponsor Eni; sponsor istituzionale Conad; sponsor e partner ufficiali Vis, Nuova Luce e Banca di Taranto. Il Taranto Opera festival prosegue il 26 e 27 febbraio, con lo spettacolo “I tre tenori” – gran galà lirico. Il 13 e 14 marzo si concluderà con la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, coro ed orchestra TarantOperaFestival, direttori Davide Dellisanti e Stefano Romani e regia di Katia Ricciarelli. 

Saranno tre gli appuntamenti del gala: una pomeridiana (nella seconda giornata) con ingresso alle ore 15 e sipario alle ore 16 e due serali (in entrambe le giornate), con ingresso alle ore 20 e sipario alle ore 21. Sono state programmate, inoltre, alcune recite al mattino dedicate alle scuole, per portare bambini e ragazzi a teatro, con una formula originale che coinvolgerà i docenti e gli alunni all’interno dello spettacolo, per catturare l’attenzione dei piccoli studenti e far avvicinare loro all’opera lirica. 

Il progetto si arricchisce di nuovi contenuti riguardanti l’ avvicinamento e la formazione dei più giovani al mondo dell’opera e la collaborazione internazionale. E’ stato promosso, infatti, un protocollo d’intesa tra la Città di Taranto, la Corea del Sud e l’Università della Musica di Pechino, con la presenza di diversi artisti asiatici nel capoluogo ionico, per perfezionare il loro percorso di formazione finalizzato alla partecipazione all’interno del cartellone artistico del Festival, creando così i presupposti per uno scambio culturale tra i due Paesi. Madrina del progetto di avvicinamento e formazione all’opera è Katia Ricciarelli. Il progetto si caratterizza, infine, per la collaborazione con alcune grandi realtà musicali ed operistiche italiane, come il Teatro Goldoni di Livorno, l’accademia Beniamino Gigli di Recanati, il coro lirico di Lecce, l’orchestra sezione archi Oles di Lecce e l’istituto Paisiello di Taranto. 

Per informazioni: associazione musicale Domenico Savino, via Cavour 24, Taranto, tel. 3392360993 oppure 3477242217; email: ass.musicaledomenicosavino@gmail.com, sito internet: www.tarantoperafestival.it 

Prenotazioni e biglietti: Teatro Fusco, via Ciro Giovinazzi 49, Taranto tel. 099.4581731.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento