Salvatore Fuggiano (Idea-Cambiamo) sul fallimento delle politiche di sinistra

Condividi

L’avv. Salvatore Fuggiano, componente della direzione nazionale di “Idea-Cambiamo”, torna sulla spinosa vicenda del Caso ex ILVA di Taranto.

Anche il Sindaco di Taranto ha preso consapevolezza della drammatica condizione in cui versa la Città, palesando la necessità di un aut aut immediato: correre ai ripari o chiudere lo stabilimento siderurgico.

Secondo Fuggiano, dunque, è stato lo stesso primo cittadino, esponente politico di sinistra, a certificare il fallimento del governo nazionale e soprattutto del Presidente della Regione Puglia, in tema di politiche ambientali.

La vicenda dell’ex ILVA, continua Fuggiano, rappresenta la più grave offesa alla dignità dei tarantini, già per altri versi abbondantemente calpestati.

I cittadini, preoccupati per le conseguenze dell’inquinamento dell’aria, scendono nuovamente nelle piazze per manifestare tutta la loro rabbia e indignazione, reclamando il loro sacrosanto diritto alla salute.

Gli incidenti che si susseguono nello stabilimento, causa dell’obsolescenza degli impianti, sono il segno della precaria sicurezza in cui sono costretti ad operare i lavoratori.

Sui cittadini e sui lavoratori gravano pesantemente le conseguenze di una gestione inidonea, tanto da parte dell’azienda quanto del Governo, a sua volta indifferente a questi eventi.

È ora, conclude Fuggiano, che Taranto dica basta, dimostri di non essere più disposta a subire, promuovendo una politica più seria ed efficace, capace di porre finalmente rimedio ad una situazione insostenibile.

 


Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *