Carnevale Massafra, Confcommercio: ‘Una regia che coordini tutti gli aspetti, dall’indotto al marketing turistico’

Condividi

Riflettori spenti sulla 67esima edizione del Carnevale di Massafra. Una manifestazione importante per il commercio massafrese e soprattutto per il settore dei pubblici esercizi (bar, ristoranti, trattorie, fast food etc.), solitamente di grande richiamo di pubblico, e malgrado tutto anche quest’anno   non oscurata dall’effetto Coronavirus.

 

“Ha registrato un’affluenza maggiore la prima sfilata rispetto alla seconda serata di chiusura del Carnevale –commenta Angelo Melone, presidente della delegazione Confcommercio Massafra- ma nel complesso, considerato il contesto di contorno, anche l’edizione 2020 ha confermato le grandi potenzialità, in termini di presenze, di partecipazione, e di ritorno economico del Carnevale di Massafra.

Una ragione in più per mettere in campo una macchina organizzativa che segua tutto l’anno l’evento e che coordini nei tempi e con le modalità adeguate l’organizzazione dell’evento. Occorre una regia che detti i tempi della raccolta delle risorse economiche, che metta in rete gli operatori economici del territorio, che programmi le attività di promozione, che organizzi il marketing turistico. Il nostro Carnevale, al pari di altre manifestazioni organizzate in altre realtà, potrebbe essere un eccellente volano economico che potrebbe dare impulso ad altre attività collegate nel settore dell’artigianato, del commercio e del turismo: dalla sartoria teatrale alla produzione di oggettistica artigianale; gli eventi culturali (mostre, rassegne, etc.); i pacchetti turistici e tant’altro ancora.

 

E poi sul piano organizzativo: si deve lavorare per migliorare e valorizzare sempre di più l’evento, ad esempio per quanto attiene la sfilata dei gruppi mascherati sarebbe opportuno ampliare i percorsi per un maggior coinvolgimento di tutto il territorio. Così come occorrerebbe dare certezza e supporto ai nostri maestri cartapestai che purtroppo non hanno un luogo dove poter riparare le loro opere nelle giornate tra una sfilata e l’altra, due serate che potrebbero essere anche tre se non ci fosse l’ansia di dover proteggere i carri allegorici da pioggia e vento.

 

Un grazie va comunque espresso alla macchina comunale che ha lavorato con impegno ed alla quale Confcommercio chiede di partire da subito per programmare meglio la prossima edizione e per valorizzare con più efficacia un grande impegno che vede coinvolte tante realtà e soprattutto tanti cittadini e che proprio per questo deve garantire maggiori ricadute economiche per il territorio. Un grazie speciale infine – conclude Melone- ai nostri artigiani, i maestri della cartapesta, per le opere realizzate con sacrificio e impegno, ed ai cittadini che con il loro entusiasmo rappresentano il cuore pulsante del Carnevale di Massafra. Ed ora mettiamoci al lavoro per l’edizione numero 68.”


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento