Il Garante regionale dei detenuti presenta il XV rapporto Antigone con riferimento alla situazione pugliese

Condividi

Martedì 3 marzo alle 15,00 nell’Aula del Consiglio regionale della Puglia, alla presenza del presidente della Puglia Michele Emiliano e del presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, sarà presentato il XV rapporto Antigone con particolare riferimento alla situazione pugliese.
La presentazione sostenuta dal Garante regionale Piero Rossi assume un importante significato simbolico in questo periodo, in cui spesso si rincorre la tentazione di allontanarsi da quanto chiaramente espresso dall’art.27 della nostra Costituzione sul significato di pena: “La responsabilità penale è personale. L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”
I concetti da cui ripartire sono al servizio della Costituzione e dell’intuizione democratica e progressista dei nostri Costituenti, i quali avevano conosciuto in prima persona la disumanità e la sofferenza prodotta dalla pena del carcere.
I lavori saranno introdotti dal Segretario generale del Consiglio regionale della Puglia Mimma Gattulli e il dirigente della Sezione studio legislazione e garanzia Giuseppe Musicco.
Sono previsti gli interventi di Maria Pia Scarciglia avvocata e presidente Antigone Puglia, i professori Giuseppe Campesi e Claudio Sarzotti ed il provveditore dell’Amministrazione penitenziaria Puglia/Basilicata, Giuseppe Martone.
Modera e conclude il Garante regionale per i diritti delle persone sottoposte a limitazioni della libertà Piero Rossi.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento