La fiera della vanità e gli intrighi di Palazzo

Condividi

Ci si potrebbe scrivere un romanzo in merito alla vicenda dei comparti c di Grottaglie, sia con riferimento ai paradossi tecnici degni della migliore narrativa kafkiana, sia con riferimento alla mattanza dei valori e del buon gusto posta in essere da talune forze politiche nell’approcciarsi al problema.
Fratelli d’Italia Grottaglie non può rimanere in silenzio davanti alla sofferenza di più di cento famiglie grottagliesi, che dopo essere state ridotte in grave difficoltà economica dalla politica fiscale della attuale Amministrazione, si vedono ora usate come merce di scambio negli equilibri politici della maggioranza, perché di questo si tratta, di una vera e propria transazione commerciale, politica ed elettorale.
Se infatti la decisione di Italia in Comune di dissociarsi dalla maggioranza poteva inizialmente apparire come un esempio di grande onestà intellettuale e politica, rimaniamo basiti per la spudoratezza del disegno politico senza scrupoli che invece si è rivelata.
Italia in Comune ha infatti inteso distaccarsi dalla Amministrazione D’Alò, solo per poter vendere a caro prezzo il proprio riavvicinamento.
Quello che vogliamo sia chiaro a tutti è che Grottaglie non può accettare che simili giochi di potere vengano svolti sulla pelle dei cittadini.
Da un punto di vista meramente strategico, non possiamo che fare i complimenti sia a Vito Rossini che al Sindaco Ciro D’Alò, ma ci teniamo a ribadire che la politica, quella vera, è ben altra cosa, almeno la politica in cui crediamo noi Fratelli d’Italia, una politica basata sulla coerenza, sulla onestà, sull’impegno politico e civile nei confronti della cittadinanza, senza nulla mai aspettarci in cambio, e la nostra storia ci è testimone.
Siamo uomini e donne che si sono messi al servizio di una idea di Patria e di collettività partendo da percentuali di gradimento bassissime, che oggi, in continua ascesa, hanno conquistato una grande quota dell’elettorato. Perché noi siamo questo: gente di parola che non si vende per una candidatura a buon mercato, convinti come siamo, che la coerenza paghi sempre sul lungo periodo, così come avrebbe ripagato anche Italia in Comune se avesse avuto il coraggio di mantenere la propria differenziazione da questa maggioranza cittadina in constante affondamento.
Italia in Comune ha avuto la possibilità di salire in tempo su una scialuppa di salvataggio e l’ha sprecata.
Quanto a noi, continuiamo a navigare sereni ed a testa alta verso un futuro diverso per la nostra Grottaglie.
Comunicato  Ettore Mirelli  (Fratelli d’Italia)
 

Condividi
Valentina D'Amuri

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento