Le imprese artigiane non si piegano alla criminalità

Condividi

La recrudescenza delle intimidazioni ai danni delle aziende del territorio  impone di tenere alta la guardia contro i fenomeni criminosi. Questo è un impegno civico a cui sono chiamati a rispondere le istituzioni, gli stessi operatori economici insieme alle associazioni di categoria e tutta la società civile.

Confartigianato Imprese Taranto esprime piena solidarietà, collaborazione e sostegno ai titolari della propria impresa associata, l’autofficina Pinto di Castellaneta,  presa di mira nei giorni scorsi da un pesante vile attentato incendiario. 

L’Associazione è certa che le Forze dell’Ordine sapranno dare la giusta risposta a questi vili attentatori, così  come è altrettanto certo che gli imprenditori e gli artigiani del territorio provinciale non si piegheranno a queste vili intimidazioni.

Tutti devono svolgere il proprio impegno sul territorio, sia per prevenire che per aiutare, ed in questo caso Confartigianato esprime vivo apprezzamento per l’immediata azione dell’Amministrazione comunale di Castellaneta che, senza indugi, si è schierata al fianco dei fratelli Pinto con un palese aperto sostegno  morale ed economico. Un meraviglioso gesto di unità e collaborazione che da il senso di comunità del territorio e dei valori di chi è chiamato ad amministrarlo, un esempio ed una sollecitazione per tutti.  

Le imprese artigiane non muoiono, le imprese artigiane devono restare vive con il sostegno e l’affetto della comunità in cui operano. 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento