Coronavirus, FDI: “Il presidente Emiliano manda in tilt il sistema scolastico pugliese, stamattina genitori e ragazzi allo sbando dopo ordinanza”

Condividi

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo.
“La conferenza stampa odierna del presidente Michele Emiliano ha prodotto un unico risultato: alimentare confusione e panico. In particolare tra: gli studenti, invitati espressamente a non recarsi in classe per l’elevato rischio contagio; i genitori, cui ha offerto garanzie per giustificare la sospensione dell’attività didattica, secondaria rispetto alla salute delle persone e della collettività; il personale scolastico di ogni ordine e grado, che questa opzione non può averla, non rientrando tra i poteri del presidente di Regione chiudere gli istituti attraverso un’ordinanza.
Continua quindi l’oscillazione e la schizofrenia tra la volontà di rassicurare da un lato, e quella di generare l’effetto opposto con comportamenti e dichiarazioni agli antipodi. Come la decisione annunciata di non voler entrare in rotta di collisione con il Governo nazionale, ma di fatto contestandone pesantemente le direttive impartite. Come gli aggiornamenti quotidiani che non forniscono mai elementi concreti, ma soltanto dichiarazioni e annunci da interpretare.
Da un assessore alla Sanità, in una fase emergenziale come questa, e da un presidente di Regione chiediamo e pretendiamo chiarezza, rigore, responsabilità, proprio alla luce della criticità del momento. Navigare a vista, tra continui ripensamenti e incredibili contraddizioni, è sempre stato il paradigma della sua azione di governo, ma non è adesso più tollerabile. E i presidi, i docenti, i pendolari pugliesi che ogni giorno si recano al lavoro con mezzi pubblici, gli operatori sanitari in prima linea hanno il diritto di non essere lasciati in balia di dichiarazioni ambigue e di meri consigli, in ore sempre più drammatiche.
Fratelli d’Italia ribadiamo che siamo pronti a collaborare, come fatto finora, se ci saranno le condizioni per poterlo fare. Il suggerimento che proviamo a dare al governatore Emiliano è di aprire un dialogo col Governo nazionale, col Ministero e con l’ISS per chiedere di estendere anche alla Puglia l’ordinanza di chiusura delle scuole e, se necessario, degli uffici pubblici, per dare alla regione una direttiva limpida da rispettare anche in tempi ben definiti”.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento