Coronavirus, Pellegrino*: “Assessorato alla Sanità emani linee guida per residenze sanitarie private su dispositivi di protezione e accessi visitatori”

Condividi

Speculazioni da parte dei fornitori, accessi illimitati dei visitatori, carenze di dispositivi di protezione. Una situazione che mette a rischio sia i degenti, soprattutto anziani, sia gli stessi operatori. Per prevenire casi di contagio da coronavirus, soprattutto a tutela dei pazienti di età avanzata e immunodepressi, chiedo che l’assessorato regionale alla Sanità emani delle linee guida chiare e rapide per i protocolli di sicurezza all’interno delle strutture residenziali sanitarie. Lancio questo appello alla luce delle tante segnalazioni che mi giungono in queste ore da diverse residenze, da parte sia del personale, sia dei parenti dei degenti. Non dobbiamo sottovalutare la situazione emergenziale di queste realtà private visto che, sempre alla luce di segnalazioni molto dettagliate, siamo in una fase in cui occorre non solo fronteggiare la carenza di mascherine ma anche aumenti ingiustificati dei prezzi, anche dieci volte superiori ai classici listini di mercato. Perciò a mio avviso occorre dare un segnale chiaro a difesa dei chi è fragile e degli immunodepressi. Mi auguro che il Dipartimento regionale alla Salute prenda in seria considerazione questi aspetti.

*presidente regionale di Italia in Comune e vice presidente della III Commissione Sanità

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento