Alla stazione con oltre due chili di marijuana nella valigia, arrestati dalla Polizia di Stato

Condividi

Il personale della Squadra Mobile ha arrestato in flagranza di reato due cittadini nigeriani, di 34 e 30 anni , regolari sul Territorio Nazionale ed entrambi residenti nel capoluogo Jonico, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti, nel corso dei consueti servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti, hanno  effettuato delle attività di controllo presso la Scalo ferroviario di Taranto. La loro attenzione si è concentrata sui due uomini che, giunti con un treno proveniente da Bari, frettolosamente si stavano allontandando dalla stazione. Insospettiti, gli agenti con l’ausilio dei colleghi della Polizia Ferroviaria, li hanno fermati  immediatamente per un controllo. 

Sin da subito, i poliziotti hanno percepito  un forte odore, tipico della “marijuana”, provenire dal bagaglio dei due uomini.

Il successivo controllo  all’interno dei bagagli ha permesso di recuperare quattro grossi involucri di plastica contenti marijuana per un peso complessivo di più di due 2 chili. 

Le quattro buste erano nascoste sotto una notevole quantità di alimenti, alcuni dei quali anche in cattivo stato di conservazione, verosimilmente con l’intento di coprire l’odore caratteristico della sostanza stupefacente.

Dopo quanto accertato, i due uomini sono stati accompagnati presso gli uffici della Questura,  tratti in arresto ed al termine delle formalità di rito accompagnati presso la locale Casa Circondariale.


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento