Il ramo banca – assicurazione del Gruppo Cassa Centrale con “Assicura” cresce nel 2019. Riflessi positivi anche per le BCC pugliesi del Gruppo

Condividi

Continua la crescita di Assicura, braccio operativo del Gruppo Cassa Centrale nella bancassicurazione, che con i primi dati relativi al 2019 conferma il suo ruolo di primaria importanza assunto nel tempo a livello nazionale nel mercato assicurativo.

Trento – Nel corso dell’esercizio 2019 la nuova produzione è passata a 974,7 milioni con un incremento del 56,15%, rispetto ai 624 milioni del 2018. Di questi, 851 milioni appartengono al comparto vita finanziario, che registra un+62%, con una crescita nel collocamento delle polizze temporanee caso morte del 45%, delle polizze CPI del 31%, delle polizze danni rami elementari del 26%, della previdenza complementare del 23,7% e delle polizze auto del 15,5%.

Il portafoglio complessivo è aumentato del 27,52% superando i 4,4 miliardi di Euro, con oltre 170 milioni imputabili ai rami danni, per un totale di 567.299 polizze attive al 31/12/2019.

Positivi anche i risultati della controllata Assicura Broker, che nel 2019 ha ampliato il proprio campo d’azione sviluppando l’attività sia verso le BCC-CR-Raika del Gruppo Cassa Centrale, che verso società esterne.

Nel corso dell’esercizio 2019 l’ammontare dei premi intermediati è passato a 16,3 milioni, con un incremento del 5.5%, rispetto ai 15,45 milioni del 2018.  Il 63% del totale si riferisce a polizze di Società del Gruppo.

“Assicura rappresenta una delle eccellenze del Gruppo Cassa Centrale – Credito Cooperativo Italiano – afferma l’Amministratore Delegato, Enrico Salvetta – e i risultati rispecchiano il

Enrico Salvetta – Amministratore Delegato di Assicura

nostro valore, e la nostra capacità di offrire una consulenza assicurativa di ottima qualità, che viene apprezzata anche dalle 7 banche clienti non facenti parte del Gruppo Cassa Centrale. Un numero questo in crescita, a testimonianza del riconoscimento della qualità dei nostri servizi.”

Un ulteriore passaggio che segna il percorso di Assicura è rappresentato dal processo di rebranding che sta interessando tutte le società del Gruppo Cassa Centrale, in risposta all’esigenza di avere un’identità condivisa, riconoscibile e distintiva, caratterizzata da un brand solido e riconoscibile anche per l’attività di Bancassicurazione. Il nuovo logo – compatto, lineare, geometrico – e il nuovo marchio “Bancassicura”. affiancheranno i tradizionali marchi “Sìcuro” e “”, consentendo di identificare ancora meglio l’offerta rappresentata da Assicura. Uno stile tutto nuovo, dunque, che  si rispecchia nell’adozione del nuovo sito www.assicura.si., e nell’area riservata MyAssicura, da cui già oggi sono disponibili servizi come il controllo delle proprie posizioni assicurative, la ristampa della documentazione fiscale inerente le polizze sottoscritte e il monitoraggio dei propri sinistri.

“La missione di Assicura – conclude Salvetta – si ispira ai principi della Cooperazione di Credito, per offrire alle imprese e alle famiglie soluzioni chiare e semplici per soddisfare i bisogni di tutela della persona, di protezione dei beni e del patrimonio. Supportiamo i clienti in un’adeguata pianificazione della previdenza complementare e dell’assistenza sanitaria integrativa, per garantire una gestione consapevole dei rischi che consenta di affrontare con serenità uno scenario in continua evoluzione ed esigenze sempre nuove.”

 

In Puglia, sono 8 le banche di credito cooperativo aderenti al Gruppo CCB, che ad oggi ne conta 80 su scala nazionale: BCC Alta Murgia, BCC Alberobello, BCC Cassano, BCC Conversano, BCC Locorotondo, BCC Monopoli, BCC San Giovanni Rotondo, BCC San Marzano, con un totale di 62 filiali, 537 collaboratori, un CET1 di 461 milioni.

La raccolta diretta delle BCC pugliesi ,sotto la guida della capogruppo trentina, si attesta in totale a 2,798 miliardi, la raccolta complessiva a 3,295 miliardi e gli impieghi sono pari a 2,045 miliardi.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento