Assessore Borraccino, emergenza CoronaVirus: dalla G.R. un primo pacchetto di misure concrete per sostenere il sistema produttivo pugliese

Condividi

È stato approvato su mia proposta, dalla Giunta regionale un primo pacchetto di misure finalizzate a sostenere e a supportare il sistema produttivo pugliese dinanzi alla grave crisi economica causata dal rapido diffondersi, su tutto il territorio nazionale, del Coronavirus.

Quel che è apparso subito evidente, sin dai primi giorni di diffusione del cosiddetto COVID-19, infatti, è che accanto all’emergenza epidemiologica di natura sanitaria, rischiano di essere molto gravi le conseguenze sulle attività economiche determinate da questa situazione, avendo l’epidemia in corso un impatto immediato e già evidente sulle imprese, di ogni dimensione e appartenenti a qualunque ambito produttivo.

Per questo, al fine di evitare una spirale recessiva potenzialmente in grado di mettere in ginocchio soprattutto il nostro tessuto di piccole e medie imprese con ripercussioni inimmaginabili anche sui livelli occupazionali, la Regione Puglia, a partire dalla ferma volontà del Presidente Emiliano,  è scesa subito in campo, da un lato per chiedere al Governo nazionale di adottare misure straordinarie per far fronte a quanto sta accadendo, e, dall’altro, promuovendo direttamente azioni e misure che possano aiutare le nostre aziende a superare questa congiuntura negativa.

In quest’ottica rientra il provvedimento adottato, oggi, dalla Giunta regionale che prevede, innanzitutto, per le Micro, Piccole e Medie Imprese che ne facciano richiesta, la sospensione fino a sei mesi dei mutui concessi dall’Amministrazione Regionale per il tramite di Puglia Sviluppo SpA, nell’ambito delle misure di incentivazione denominate “NIDI”, “Tecnonidi” e “Microcredito”, allungando, quindi, per un periodo corrispondente, il piano di ammortamento in modo da consentire ai soggetti interessati di avere più tempo per rimborsare il finanziamento ricevuto.

Sotto altro profilo con la delibera approvata oggi si è deciso di posticipare di dodici mesi i monitoraggi sugli adempimenti successivi alla conclusione degli investimenti cofinanziati dalla Regione nell’ambito delle misure denominate “Contratti di Programma, “P.I.A. Piccola Imprese, “P.I.A. Medie Imprese”, “P.I.A. Turismo”, “Fondo a favore delle Reti per l’Internazionalizzazione”, in modo da fornire un aiuto concreto alle imprese beneficiarie che stanno attraversando, per ragioni oggettive legate a questa emergenza.

Il mancato rispetto di tali obblighi, come noto, comporta l’automatica revoca totale delle agevolazioni, con conseguenze molto penalizzanti per i soggetti beneficiari che sarebbero chiamati a restituire i finanziamenti. Per questo abbiamo ritenuto opportuno, dinanzi alla situazione di obiettiva criticità determinata da fattori esterni e imprevedibili, concedere un lasso di tempo maggiore per il raggiungimento di quegli obiettivi.

Un’ulteriore misura varata dal Governo regionale, oggi, è finalizzata ad innalzare sino al 90% la copertura ordinaria di riassicurazione e controgaranzia “a prima richiesta” prevista dal Fondo di garanzia istituito dalla Regione Puglia per sostenere gli investimenti delle Piccole e Medie Imprese, agevolando così il loro accesso al credito.

Infine ricordo che è tuttora in vigore l’Accordo per il Credito 2019, sottoscritto dall’ABI con le Associazioni delle Imprese, al quale la Regione Puglia ha aderito, con una delibera di Giunta approvata nel novembre scorso. In forza di questo Accordo le imprese possono chiedere al sistema bancario la sospensione del pagamento delle rate per mutui o finanziamenti contratti, nonché l’allungamento del piano di ammortamento, in ragione della situazione di crisi che stiamo attraversando.

Col presidente Emiliano e cin tutti colleghi diamo certamente soddisfatti per l’approvazione di queste prime misure di supporto al sistema produttivo che auspico possano servire ad affrontare nell’immediatezza la fase estremamente complessa che si è venuta a creare. Ovviamente il Governo regionale, guidato da Michele Emiliano, continuerà a fare tutto quanto è nelle sue competenze per dimostrarsi concretamente al fianco del sistema produttivo pugliese che risulta già essere molto provato da questa prima settimana di “emergenza Coronavirus”, continuando anche a richiamare il premier Giuseppe Conte sulla necessità di estendere a tutto il Paese le misure di sostegno al sistema produttivo previste, oggi, dal Governo nazionale solo per alcuni territori più direttamente colpiti dall’epidemia (la cosiddetta “zona rossa”). 

La crisi causata da questa epidemia sta avendo conseguenze gravissime in tutta Italia e per uscirne senza troppi danni permanenti alla nostra economia sono necessari strumenti straordinari ed emergenziali in grado di supportare le aziende e i lavoratori in tutto il Paese. (Comunicato stampa Mino Borraccino -Assessore sviluppo economico)


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento