APERTAMENTE. CoronaVirus e OTTOmarzo, da un grottagliese* che lavora a Milano e ha scelto di non scendere in Puglia e fa gli auguri a tutte le donne

Condividi

Ieri sera il governo e la stampa hanno dimostrato tutto la loro incompetenza e il comprovato dilettantismo anticipando la Bozza , creando il panico nel popolo dei disagiati: di coloro che vivono in camere in affitto magari doppie o in hotel diroccati e che non hanno più riferimenti domestici, per le normali esigenze quotidiane ( invitati tutti a cena da Conte? …o a casa di giornalisti invasati dal battere subito la notizia senza valutarne le disastrose conseguenze?)
Viviamo ormai sul set del grande fratello dove le regole vengono dettate da Maria De Filippi e Barbara D’Urso e se la notizia non è scoop non ha valore, neanche quando è in discussione la salute dei cittadini.
Facile prendersela come fa Emiliano( il peggio che ci poteva capitare sic) e con il popolo dei’ fuggiaschi “. Questi stanno abbandonando il fronte dopo aver resistito senza l’aiuto di nessuno!
Certo le 50.000 persone per il Papa erano necessarie per dare visibilità alla campagna elettorale? l’Ego ha superato il bene comune, ma è troppo difficile per lui pensarlo!
Nessuno ha pensato al popolo dei disperati Metropolitani, a coloro che pur di lavorare non riescono a mettere il pranzo con la cena  e che abbandonati e senza un supporto, sono fuggiti, come fanno da sempre alla ricerca di una serenità mai raggiunta.
Per tutta risposta dobbiamo ascoltare i sermoni di politici allo sbaraglio che vivono di auto celebrazione e di arrivismo spietato
Ieri le persone fuggite hanno abbandonato la trincea e mai avrebbero voluto farlo se qualcuno avesse pensato a loro.
Non sono tutti fortunati come me  che posso permettermi di restare a Milano.
Ce la faremo solo perché possiamo contare sulle nostre forze, superando gli ostacoli che questa classe politica inserisce  ogni volta che dovremmo poter contare su di loro.
Auguri alle Donne, alle colonne vere le uniche capaci in una società delirante di agire con il mestiere dell’ equilibrio.

*la redazione conosce l’identità dello scrivente


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento