Il Garante regionale dei disabili: nasce una rete istituzionale tra Regioni in materia di soccorso e protezione AN

Condividi

Nasce una Rete Istituzionale tra la Regione Calabria e Puglia, per attivare buone prassi in materia di soccorso e protezione in favore delle persone fragili e con diverse disabilità. Una Rete Istituzionale e associativa che parte dal SUD e intende a breve coinvolgere tutte le Regioni Italiane. Il 5 marzo nel Comune di Frascineto, in provincia di Cosenza, si è svolto un incontro tecnico a cui ha preso parte il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tulipani. In apertura di riunione è stata proposta dal presidente di Soccorso Senza Barriere, Gianfranco Pisano (promotore dell’iniziativa), la scheda di autocensimento delle persone con disabilità e la mappa sinottica della disabilità da integrare a supporto delle Linee Guida per i Piani di Protezione Civile. Una mappa da applicare sulle pluri-disabilità: intellettive e relazionali, motorie e sensoriali.
Le fonti che hanno ispirato l’iniziativa hanno come riferimento l’art.11 della Convenzione ONU approvata il 13 dicembre 2006 che, detta il bisogno di “prendere tutte le precauzioni necessarie per garantire la protezione e la sicurezza delle persone con disabilità in situazioni di rischio, incluse le situazioni di conflitto armato, di emergenze umanitarie e disastri naturali” e la risoluzione del 4 settembre 2007 adottata dal Parlamento Europeo che sui disastri naturali all’art.19 recita e sottolinea la necessità che “in caso di disastri naturali di tenere in considerazione soprattutto i bisogni specifici delle persone con disabilità in tutte le azioni svolte usando i meccanismi della Protezione Civile”.
La Mappa sinottica proposta, identifica percorsi di fuga con il colore viola per le persone con disabilità non deambulanti e con il colore azzurro le persone con disabilità deambulanti; essa rappresenterà un modello di supporto fondamentale nella gestione delle emergenze per le persone con disabilità e le loro famiglie e uno strumento utile per le autorità preposte a fronteggiare le emergenze.
A conclusione della riunione, il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tulipani ha proposto di inserire in tutti i Comitati di Emergenza a ogni livello la postazione di un “Rappresentante di garanzia per la disabilità”, con la funzione di assicurare assistenza a tutte le persone con disabilità coinvolte negli eventi di emergenza o calamità sanitarie e naturali che si dovessero verificare.
Il Tavolo tecnico di lavoro Interregionale, convocato dal Sindaco del Comune di Frascineto, Angelo Catapano (che ha già adottato la scheda di autocensimento e la Mappa sinottica della disabilità unitamente al Comune di Casali del Manco), si propone quindi di sviluppare un piano di lavoro univoco sulle procedure da adottare in ogni condizione di emergenza. Infatti, con lettera prot. 1190 dell’11.03.2020, lo stesso sindaco, ha notificato il verbale e la documentazione ai componenti del Tavolo Tecnico, al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e a Presidenti delle Giunte di Regioni e Puglia la decisione di dare mandato al Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tulipani e al Presidente di Soccorso Senza Barriere, Gianfranco Pisano ad interfacciarsi con le altre Regioni italiane per proporre l’adozione del modello elaborato per l’assistenza a tutte le persone con disabilità coinvolte negli eventi di emergenza o calamità che si verificheranno: “Una riunione Tecnica – ha dichiarato il Garante Tulipani – di alto profilo etico e di inclusione, giunto mentre si sperimenta la gestione di una emergenza in cui le persone con disabilità sembrano fossero fantasmi. Sono certo che abbiamo scritto non solo una proposta di modello per attuare buone prassi ma, una pagina avanzata di civiltà per l’Italia”.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento