Sicurezza contro coronavirus del personale 118, Gatta*: “Dispositivi forniti non sono idonei alla protezione”

Condividi

La Asl di Foggia ha acquistato i kit di protezione individuale per il personale del 118. Ebbene, gli operatori del settore, con un certo sgomento, hanno preso atto che i dispositivi ricevuti non sarebbero idonei a proteggerli dalla minaccia e dal pericolo di contagio da ‘Coronavirus’.
Si va, infatti, dalle tute monouso adatte solo a rischi minori derivanti, per esempio, da attività di giardinaggio o lavori di hobbistica, ai guanti monouso che lasciano scoperti lembi di pelle. Non c’è da fare allarmismi, ma è chiaro che non si possa accettare una ‘parvenza’ di sicurezza proprio nei confronti di lavoratori che sono in prima linea e fortemente esposti al pericolo di contagio. L’arrivo di un kit non idoneo a garantirne la sicurezza non è risolvere un problema, anzi: può mettere ulteriormente in pericolo il personale. Ci rendiamo perfettamente conto delle difficoltà di reperimento dei dispositivi in tutto il Paese e del momento di gravissima difficoltà, ma l’Italia ha l’obbligo morale di proteggere coloro che stanno profondendo impegno con straordinaria generosità.
Mi auguro, perciò, che la Asl di Foggia sappia riparare e provveda nei tempi più ristretti.

*icepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta di Forza Italia

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento