Il Centro Antiviolenza “Sostegno Donna” di Taranto prosegue il lavoro di supporto alle donne vittime di violenza

Condividi

«Il Centro Antiviolenza “Sostegno Donna” del Comune di Taranto, anche in questi giorni di emergenza, continua l’attività di supporto nei confronti delle donne vittime di violenza e lo fa garantendo servizi di ascolto, tutela e protezione attraverso colloqui telefonici e, laddove possibile, via Skype». A farlo sapere è l’Assessore ai Servizi Sociali, Gabriella Ficocelli.
Adeguandosi alle misure di sicurezza per isolare e contenere il contagio da COVID-19 come da ultimo DPCM, le operatrici delle due Associazioni, che da anni gestiscono il Centro “Sostegno Donna”, Alzàia Onlus e Sud Est Donne, continuano a fornire a distanza il servizio di accoglienza telefonica con reperibilità h24 ai seguenti numeri 327 1833451 e 331 7443573 e di consulenza psicologica e legale in videochiamata.
«In questi giorni, purtroppo, l’invito a restare a casa è per molte donne poco rassicurante, proprio perché spesso tra quelle mura domestiche si consumano tormentate storie di violenza. Rimanere chiuse nella propria abitazione, infatti, costringe le donne a condividere gli spazi casalinghi 24 ore su 24 con il proprio maltrattante, esponendosi ad una maggiore condizione di vulnerabilità. Ecco perché il Centro Antiviolenza “Sostegno Donna” di Taranto è attento e impegnato a garantire la sua operatività in questo difficile periodo, al fine di continuare a supportare costantemente le donne e guidarle verso il loro percorso di rinascita», conclude l’Assessore Ficocelli.
 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento