Emergenza Covid-19, Blasi*: “Nelle case di riposo manca il personale.”

Condividi

Una delle criticità che l’epidemia Covid-19 sta mettendo in luce su tutto il territorio nazionale è rappresentata dall’altissima percentuale di contagi che si registra nelle strutture ospedaliere e nelle case di riposo. Se per le prime l’attenzione è massima, com’è giusto che sia, lo stesso non si può dire per le seconde. Eppure, proprio dalle case di riposo arriva un vero e proprio grido d’allarme, soprattutto in relazione alla mancanza di personale. D’altra parte, se già negli ospedali pubblici medici e infermieri scarseggiano, anche per via della quarantena obbligatoria per chi viene contagiato (in Puglia quasi il 30% dei contagi riguarda personale medico o paramedico), nei centri privati destinati agli anziani la situazione è spesso critica, con il risultato che molti ospiti vengono abbandonati a loro stessi. Dobbiamo fare in modo che le case di riposo non diventino dei focolai, anche perché come ben sappiamo le persone anziane sono quelle più a rischio.
In provincia di Lecce è scoppiato il caso di Soleto e un altro è stato registrato due giorni fa a Bari. Per mantenere il contagio sotto il livello di guardia dobbiamo fare in modo di non averne altri. Per questo invito la task force regionale a mettere in campo linee di intervento specifiche, predisponendo controlli più stringenti per queste strutture: sia per gli ospiti, sia per il personale. E soprattutto, facendo in modo che anche in queste strutture private non manchi mai l’assistenza necessaria. Lo dobbiamo ai nostri anziani, che vanno amati e tutelati come e più di chiunque altro, e lo dobbiamo a noi stessi”.


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento