Famiglie con ragazzi autistici, Romano*: “La Regione approvi una proroga ed accetti le autocertificazioni”

Condividi

Una nota del *presidente della Commissione sanità e consigliere regionale Pino Romano (Senso Civico).
“La Regione Puglia non può rimanere insensibile rispetto alle istanze delle famiglie con ragazzi autistici, in riferimento all’assegno di cura per il 2020.
L’emergenza ‘Covid 19’ ha reso praticamente impossibile (anche sulla base di quanto stabilito con l’ultimo DPCM) recarsi con i propri figli presso i CAT per effettuare la visita di verifica di ‘diagnosi funzionale’ e del livello di gravità. Tali certificazioni, sulla base di quanto stabilito fino ad oggi, non devono essere antecedenti di più di sei mesi rispetto alla data del bando.
La situazione di particolare disagio che stiamo vivendo impone decisioni immediate da parte della Regione Puglia. Per questa ragione è necessario deliberare adesso lo stanziamento per l’intero 2020, oltre alla possibilità di spostare a consuntivo la verifica del livello di gravità, consentendo l’accesso all’assegno di cura attraverso una autocertificazione. Se i tempi necessari per il bando dovessero allungarsi, si può ricorrere anche ad una proroga di sei mesi per gli aventi diritto dell’anno precedente, così come già accaduto da luglio a dicembre del 2019.
Le famiglie con ragazzi autistici stanno già vivendo un periodo difficilissimo ed è il caso di non impantanarsi in ostacoli che, con un po’ di elasticità, possono risultare facilmente superabili”.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento