Non si ferma l’azione di contrasto allo spaccio di stupefacenti: la Polizia di Stato denuncia due pusher nelle ultime ore

Condividi

Anche in tempi di coronavirus, rimane sempre alta l’attenzione della Polizia di Stato sulle attività di contrasto al crimine. Nelle ultime ore, infatti, i Falchi della locale Squadra Mobile, in due distinte operazioni di polizia, hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà, per il reato detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di due uomini: un tarantino di 19 anni con segnalazioni in materia di stupefacenti, ed 37enne pregiudicato   originario di Grottaglie.

Nel corso della prima operazione, i poliziotti, transitando in via Nettuno, hanno notato il 19enne avvicinarsi   ad un giovane con il volto coperto dalla mascherina con l’evidente intento di consegnargli qualcosa. I due, avvedutisi della presenza degli agenti che stavano intervenendo per bloccare l’illecito scambio, hanno cercato la fuga. 

Il “pusher”, ha tentato invano  di nascondersi tra le auto in sosta cercando anche di disfarsi di un involucro. 

i “Falchi” lo hanno immediatamente bloccato,  recuperando anche l’involucro con all’interno  marijuana. 

Nel corso della successiva perquisizione personale  i poliziotti hanno anche rinvenuto 65 euro in banconote di piccolo taglio, poi sequestrate perché  ritenute provento dell’illecita attività di spaccio.

Al termine delle attività di rito, il giovane è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo stesso, inoltre, è stato anche  sanzionato per l’inosservanza delle norme in materia di prevenzione del contagio del Covid-19.

Nella seconda operazione, gli agenti, nel corso dei servizi predisposti dal Questore di Taranto per prevenire e contenere il contagio del covid-19, hanno notato una autovettura che usciva, a velocità sostenuta, dall’area di parcheggio di un complesso di edifici ubicato nel quartiere Tamburi.

A quel punto, veniva intimato l’ALT al conducente il quale, anziché ottemperare, ha accelerato improvvisamente effettuando anche una repentina svolta al fine di eludere il controllo. Ne è così scaturito  un inseguimento che si è concluso dopo qualche centinaio di metri. 

A bordo dell’autovettura è stato   identificato il 37enne grottagliese il quale, in ragione del fatto che proveniva da altro comune e che annoverava diversi precedenti in materia di stupefacenti, è stato  sottoposto a perquisizione. All’interno della sua auto, i poliziotti hanno rinvenuto alcune dosi di eroina e di cocaina. 

Alla luce di quanto accertato, l’uomo è stato  denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sanzionato per la violazione delle norme in materia di covid-19.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento