Turco*: “In Puglia si dia attuazione alla conversione di vino invenduto in alcol etilico per sanitari e cittadini”

Condividi

Attivare da subito accordi di programma tra mondo agricolo, cantine sociali e Regione Puglia. Al fine di trasformare il vino meno pregiato e invenduto in litri di alcol etilico, un bene prezioso in questa delicatissima fase per sanitari e semplici cittadini. Nelle scorse ore ho già ascoltato il grido di dolore di diversi produttori, spaventati dai possibili effetti della crisi. Ci sono decine e decine di cantine sociali con silos ancora pieni di vino e che necessitano di essere svuotati in vista della prossima vendemmia. I produttori, come già chiesto in sede nazionale al Ministero alle Politiche Agricole, sono pronti a convertire il prodotto, a fronte di un piccolo ristoro economico che potrebbe dare la Regione Puglia coprendo il mancato incasso per ogni litro di vino tramutato in alcol. In questo momento storico che sta spazzando completamente interi comparti produttivi, credo che la strada della riconversione – come sta accadendo per molte fabbriche trasformate in aziende di produzione di mascherine – sia una delle alternative da percorrere, almeno nell’immediato, per tamponare i disastri economici che dovremo fronteggiare una volta cessata la pandemia da coronavirus. E sono convinto che tutti i nostri piccoli imprenditori pugliesi avranno la voglia e la forza di contribuire alla risalita dell’intero sistema regionale.

*consigliere regionale di Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia, Giuseppe Turco

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento