“Mondo Sociale APS” istituisce una linea telefonica amica per gli anziani

Condividi

“Mondo Sociale APS” è una Associazione Nazionale nata dall’incontro di cittadini e volontari di ogni generazione, la cui mission principale è contribuire, attraverso una governance e una struttura aperta e intergenerazionale, supportata dall’esperienza di centinaia di volontari di ogni età, a costruire una società civile più coesa, solidale e senza barriere.

Aderiscono all’Associazione Nazionale i Centri Sociali e Circoli ricreativi culturali anziani delle diverse Province e Regioni italiane, che partecipano alla vita dell’associazione e godono delle attività da essa organizzate a livello locale attraverso le sue strutture territoriali.

 

In riferimento all’attuale grave situazione di difficoltà per il nostro Paese, impegnato nel combattere l’emergenza epidemiologica Covid-19, la nostra Associazione intende apportare il suo contributo, per quanto le concerne, attraverso la realizzazione di iniziative che possano essere di sostegno per tutti gli anziani che vivono questo terribile momento costretti in casa per impedire l’avanzare del contagio.

Il principale problema delle persone anziane che oggi vivono sole nel proprio domicilio e hanno una limitata mobilità è l’isolamento dovuto alla non partecipazione alla vita comunitaria.

Se si è autosufficienti, ma non si ha la possibilità di continuare ad avere le proprie abitudini, a contatto con gli altri, pienamente inseriti nel tessuto sociale, si rischia di vedere l’affievolirsi delle proprie capacità naturali, delle risorse psico-fisiche che sino ad oggi hanno significato vivere una longevità attiva.

La socialità riveste un ruolo fondamentale nella vita dell’anziano, per il quale la solitudine rappresenta il male peggiore.

I Centri Sociali Anziani sono nati con il fine supremo di aiutare gli anziani a vincere la solitudine e l’emarginazione, per consentire che le persone potessero da un lato aggregarsi e dall’altro socializzare. La caratteristica che li contraddistingue è l’autogestione e il totale volontariato di chi presta la propria opera per il funzionamento del Centro.

Ma cosa possiamo fare oggi che i centri sociali anziani sono chiusi, per sopperire alle tante attività promosse a livello culturale, ricreativo, turistico, artistico, per la difesa della pace e della solidarietà? Una solidarietà, non soltanto rivolta ai soci, ma anche agli altri, ponendo attenzione ai bisogni attuali della comunità e al modo più adeguato per aiutare a soddisfarli, una costante attenzione alle tematiche socio-culturali, con la perenne ricerca di collaborazione con altre Associazioni e con le Istituzioni.

 

Dato l’impegno che contraddistingue la nostra Associazione a favore di chi vive la terza età e quindi a favore delle persone considerate più a rischio, con l’intento di prendersi cura della dimensione socio-relazionale e spirituale, abbiamo pensato all’attivazione indispensabile di una linea telefonica amica che possa essere di compagnia e di aiuto ai tanti anziani, in maggior parte non tecnologici, che hanno desiderio ed esigenza di parlare con qualcuno.

Attraverso questa iniziativa che abbiamo voluto chiamare “Siamo con Te”, i nostri volontari di ogni parte d’Italia, tra cui Psicologi, Psicoterapeuti e Operatori Socio-Sanitari, sono a disposizione ogni giorno, per chiacchierare insieme, fornendo supporto e informazioni necessarie.

La linea telefonica amica (0681156323), alla quale si può fare riferimento componendo il numero ad essa dedicato, è attiva ogni giorno dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00.

I volontari rispondono da diversi territori italiani e sono collegati tra loro da un centralino virtuale che permette di essere in rete e confrontarsi.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento