RED 3.0, FDI:Ennesimo spot! L’Europa non regala soldi per assistenza, ma per lavoro e i tirocinanti sono fermi!

Condividi

Emiliano si coordini con i Sindaci perché arrivino davvero nelle tasche dei pugliesi
“Il lupo perde il pelo, ma non il vizio! E Michele Emiliano il vizio degli annunci non lo perde mai, neppure ai tempi del Coronavirus.
“Dopo aver sbandierato il contributo alloggiativo come misura straordinaria – quando invece era addirittura una misura ordinaria che veniva erogata in ritardo – ieri ha annunciato l’erogazione straordinaria, ma non lo è neppure questa volta, di 36 milioni di euro per il REDDITO DI DIGNITà con tale enfasi da fargli affermare che ‘Si tratta della più importante misura di contrasto alla povertà attivata dalla Regione Puglia’: RED 3.0
“Dei 36 milioni sono compresi anche Fondi Comunitari esattamente come il RED 2.0, e possono essere erogati solo dopo la sottoscrizione di un patto per l’inclusione sociale attiva con l’Ambito territoriale di riferimento. L’Europa non ci regala soldi per assistere chi sta a casa, ma sostiene ad esempio i TIROCINI FORMATIVI che in questo momento sono FERMI per il Coronavirus, tant’è che anche quelli che sono riusciti a farli prima dell’emergenza devono ancora percepire la mensilità di febbraio.
“Insomma Emiliano continua con i soliti SPOT promettendo per altro incentivi-contributi che si verificheranno chissà quando, visto che in questo momento gli Uffici, specie quelli comunali, sono sottodimensionati e da giorni i Sindaci scrivono alla Regione per essere autorizzati a rimodulare le scadenze e le risorse destinate ai Servizi sociali. Emiliano non sia ancora una volta l’uomo solo al comando, se vuole davvero aiutare i pugliesi, attivi l’assessore ai Servizi sociali in modo che ci sia un raccordo con i sindaci e che questi soldi non rimangano sulla carta ma possa davvero arrivare nelle tasche dei cittadini”

Dichiarazione dei Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento