Decessi nella Rsa di Soleto, Pellegrino*: “Fare subito chiarezza sulle cause”

Condividi

“Se ciò che leggiamo in queste ore fosse confermato, mi auguro che gli organi preposti e la magistratura facciano piena luce. Lo dobbiamo per il rispetto alle vittime e ai loro parenti. Ciò che si sarebbe verificato all’interno della Rsa ‘Le Fontanelle’ di Soleto, andrebbe ben oltre l’emergenza coronavirus. Anziani morti non per il contagio, ma per stenti; lasciati per giorni senza acqua, senza cibo, senza medicinali e senza le cure sanitarie e igieniche. Scene che i medici intervenuti non hanno esitato a definire in tv da ‘lager nazista’. In questa vicenda non vogliamo assolutamente colpevolizzare alcuna categoria, ma vogliamo solo un’operazione verità. Il caso Soleto dimostra quanto sostengo da diverse settimane: per le Rsa, che ormai scoppiano per numero di contagi, le Asl pugliesi devono istituire apposite task force per dare immediato supporto alle strutture, anche in termini di organico. Quell’organico, che in presenza di contagi tra gli operatori interni di una struttura, può intervenire per dare continuità alla normale attività assistenziale”.
Lo dichiara il *presidente alla Regione Puglia di Italia in Comune e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento