I Commissione: approvata proposta di legge Emergenza Covid-19

Condividi

Tecnicamente è stata approvata a maggioranza, ma il voto d’astensione del presidente Fabiano Amati è prassi, e questo consente di considerare unanime il consenso di maggioranza ed opposizione alla proposta di legge “Misure straordinarie per fronteggiare le conseguenze socio-economiche derivanti dalla pandemia Covid-19” che la Commissione Programmazione e bilancio del Consiglio regionale la prima convocata in era Covid, ha approvato in una seduta che ha unito il distanziamento fisico rispettato negli spazi dell’aula consiliare, alle tecnologie della video conferenza.
Al termine della maratona, quattro ore di intenso confronto, l’impianto legislativo è uscito indenne dagli interventi emendativi, alcuni dei quali saranno riproposti appena il provvedimento sarà portato all’attenzione del Consiglio regionale per l’approvazione definitiva.
E’ stato rispettato l’obiettivo dei proponenti (Amati, Blasi, Colonna, Liviano, Mennea e Pentassuglia) di aggiungere le risorse inizialmente destinate a finanziare il disegno di legge omnibus di fine legislatura, a quelle che governo nazionale e regionale hanno già destinato ai comuni per alleviare economicamente le esigenze di persone o nuclei familiari con particolari fragilità sociali. Soggetti invisibili, sono stati definiti dai consiglieri succedutisi nel corso della seduta. Certamente una sterminata molteplicità di vecchie e nuove esigenze avanzate da soggetti che le dirompenti conseguenze della pandemia hanno sminuzzato nel frullatore sociale e disperso nei mille rivoli dei bisogni.
Con l’emendamento alla norma finanziaria, uno dei tre approvati, le risorse distribuite ai comuni pugliesi in proporzione al numero degli abitanti censiti, sono poco meno di 9,5 milioni di euro, una goccia nel mare delle necessità rivendicate, tuttavia aggiuntivi di quanto già fatto a livello centrale e regionale. Comunque uno degli step al piano di intervento che la stessa Regione intende ulteriormente incrementare già nei prossimi giorni.
Lo ha anticipato l’assessore al bilancio Raffaele Piemontese che in video conferenza ha preannunciato come il governo stia pensando a predisporre una manovra economica organizzata sulla rimodulazione di risorse POR e FSC non ancora impegnate.
Quando e come è la domanda posta dalle opposizioni. Il centrodestra, tendendo la mano della collaborazione, ha invitato il governo ad un confronto con le minoranze, dai commissari di maggioranza è giunta anche la rivendicazione della centralità del ruolo del Consiglio regionale e la sintesi dei due appelli si riassume in uno degli altri emendamenti approvati, quello che istituisce una “cabina di regia” presieduta dal presidente della Regione, dal presidente di Anci Puglia, da rappresentanti sindacali e datoriali, “con il compito di fornire indirizzi atti a pianificare programmare e coordinare in maniera ordinata e complessa la fase due dell’emergenza Covid-19”.
La terza modifica emendativa è aggiuntiva degli interventi economici che saranno affidati ai comuni per la gestione ed interessa l’area dei tributi, consentendo alla giunta regionale la possibilità di sospendere e differire il termine per l’adempimento degli obblighi tributari a favore dei contribuenti regionali interessati dalla pandemia.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento