In piena attività la macchina organizzativa di SlowFood Grottaglie e la Caritas del Carmine, pronti pacchi spesa per famiglie in difficoltà

Condividi

“Food for Good – Cibo per una buona azione” Centro Caritas della Parrocchia del Carmine, Grottaglie (Ta)

Pacco spesa Pam

 Basta poco per fare una buona azione: un pacco di zucchero, un barattolo di passata di pomodoro o una confezione di pasta. Piccoli gesti che in tanti possono compiere per aiutare chi, in questo momento storico, sta vivendo un momento molto difficile non potendo contare sull’aiuto di altri e non potendo più lavorare anche in quei casi in cui il lavoro era solo occasionale. D’altro canto, molti di noi sono costretti a restare a casa vivendo una nuova dimensione nella quale il cibo riempie le giornate facendoci riscoprire la cucina casalinga, il piacere della convivialità e la sperimentazione nella preparazione di nuove ricette con una predilezione per la focaccia ed il pane fatto in casa.

Pacco Spesa  SlowFood Vigne e Ceramiche Grottaglie

Le piccole azioni diventano grandi gesti se compiute da un insieme di persone che condividono un progetto ed è così che un gruppo di soci Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche ha deciso di dare il proprio contributo ad un centinaio di famiglie bisognose del Comune di Grottaglie individuate con la collaborazione dei volontari della Caritas della Chiesa della Madonna del Carmine. E’ nata così l’iniziativa denominata “Food for Good – Cibo per una buona azione”.

“Il primo pensiero – dichiara Franco Peluso, Presidente Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche – è stato quello di dare un contributo alle famiglie bisognose cercando di coinvolgere le imprese che nel tempo hanno condiviso i nostri progetti. Abbiamo sempre valorizzato le produzioni locali, i piccoli imprenditori, la biodiversità e il valore di un’agricoltura sana e sostenibile. La qualità del cibo è importante per la nostra salute e forse oggi, più che mai, dovremmo essere attenti a quello che acquistiamo, chi lo produce e dove viene prodotto. L’idea messa in campo e condivisa con i nostri volontari è stata quella di rendere disponibili alle famiglie bisognose beni di prima necessità che fossero, al tempo stesso, di qualità. Un particolare attenzione è stata data ai bambini sia ai più piccoli attraverso l’acquisto di panni ed omogeneizzati che ai più grandi con l’acquisto di uova di Pasqua artigianali. Dal confronto con i nostri amici di Slow Food Glasgow (che stanno realizzando un’analoga iniziativa), siamo partiti con il progetto “Food for Good – Cibo per una buona azione” e, così, è partita una campagna di raccolta fondi e prodotti tra i nostri soci e, al tempo stesso, abbiamo contattato i nostri soci titolari di attività. In particolare, ci siamo preoccupati di sapere che il risultato del nostro impegno andasse alle famiglie più bisognose e ciò è stato possibile grazie ai volontari della Caritas (Claudio ed Antonella, in particolare) che abbiamo contattato e con i quali abbiamo concordato le modalità di distribuzione.”

La gara di solidarietà tra i soci Slow Food Grottaglie ha permesso di realizzare 200 pacchi destinati a 100 famiglie: il primo pacco contenente prodotti di prima necessità sia alimentare che per l’igiene (omogeneizzati, pannolini, passata di pomodoro e pelati, zucchero, fette biscottate, riso, biscotti, tonno, detersivo piatti, sapone per le mani e bagnoschiuma) acquistato a condizioni di favore dal supermercato PAM (Gruppo Supercentro) e un secondo pacco contenente prodotti delle aziende dei soci Slow Food Grottaglie: ceci, lenticchie, pasta artigianale, farina senatore cappelli, formaggi locali, olio extra-vergine d’oliva, arance, caffè di produzione locale, friselle, succo di melograno, colomba pasquale artigianale). In particolare, grazie ai contributi ricevuti, l’associazione Slow Food Grottaglie ha potuto acquistare 50 uova di Pasqua artigianali mentre alle famiglie con neonati, la donazione della Farmacia dell’Ospedale “A. Perrino di Brindisi” ha permesso di avere a disposizione il latte pediatrico. Un risultato fatto di tante piccole azioni messe in campo dai soci privati e non tra i quali Benardi Il Cioccolato – Bontà Pastificio – Choose di Cofano Ciro –   Caseificio Contento – Azienda agricola Nicola Motolese – Torrefazione FA.DI. –   Frantoio D’Erchie Montemesola – inMasseria – Azienda agricola Crescente Vincenzo – Pruvas soc. coop. agricola – Società agricola Forte – Il mio Fornaio Pasticcere – Pregiata Forneria Emanuele Lenti – La Luna nel Pozzo – Gelatika – Birrificio Daniel’s Mand uria – La Tenuta del Barco Pulsano – Macchiaviva Bistrot – Macelleria Fuggichetta – Cantina Nistri, Faggiano – B&B Casa Marilla – Orecchiette nelle ‘nchiosce – Masseria Levrano D’Aquino (famiglia Ciracì) – Indde di Marco Carrino – Vetrère.

 

 

“Desidero ringraziare – dichiara infine Peluso – tutti i soci che hanno dato il loro contributo, sia quelli di Grottaglie che i tanti residenti nei Comuni limitrofi, le aziende che hanno partecipato al progetto e quelle che avrebbero voluto contribuire con prodotti che non abbiamo potuto includere, la PAM Supermercato (Gruppo Supercentro) e la nostra socia Annalucia Macripò, lo staff della Farmacia dell’Ospedale “A. Perrino di Brindisi” – Asl Brindisi, i medici e gli infermieri del Centro di Salute Mentale (CSM) di Grottaglie, gli amici della A.S.D. Real Virus Grottaglie il cui contributo è stato destinato alle famiglie bisognose con bambini e ragazzi dai 5 ai 16 anni, i volontari della Caritas con don Ciro e, infine, tutti volontari che, oltre a dare il proprio contributo, hanno collaborato nella fase organizzativa: Vincenzo, Enzo, Morena, Ernesto, Daniela L., Alessandra, Antonio, Daniela S. e Salvatore. Una rete di collaborazione che ci ha consentito di realizzare i pacchi per le famiglie e donare una parte dei prodotti alla comunità delle suore clarisse del Monastero di Santa Chiara a Grottaglie. Per chi volesse continuare a partecipare all’iniziativa, lasciando una parte della spesa, abbiamo selezionato 4 soci che hanno aderito al progetto: Caseificio Contento – Il mio Fornaio Pasticcere – inMasseria – Pregiata Forneria di Emanuele Lenti al cui interno è presente un contenitore con il nome del’iniziativa “Food for Good – Cibo per una buona azione”.

Don Ciro Santopietro
Parroco del Carmine Grottaglie

I prodotti donati saranno ritirati direttamente dal centro Caritas di Grottaglie della Parrocchia del Carmine parroco don Ciro Santopietro

 


Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento