Domani, mercoledì 15 aprile, tavolo di confronto per l’avvio della “fase 2” in Puglia

Condividi

Borraccino: domani tavolo di confronto con il partenariato economico sociale per illustrare le linee strategiche della manovra economica da 450 milioni di euro varata nei giorni scorsi dalla giunta, e per recepire suggerimenti e proposte per l’avvio della “fase 2” in Puglia

Domani, mercoledì 15 aprile, a partire dalle ore 15.30, parteciperò al tavolo di confronto, che si svolgerà in video conferenza, con il partenariato economico-sociale della Regione Puglia al fine di presentare le linee strategiche della manovra da 450 milioni di euro varata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale per sostenere il sistema produttivo pugliese dinnanzi alla grave crisi economica causata dal diffondersi dell’epidemia da Covid-19.

Sarà un’occasione di straordinaria importanza per raccogliere idee, sollecitazioni, suggerimenti e proposte da parte dei rappresentanti di associazioni datoriali, organizzazioni di categoria, sindacati, Camere di Commercio, Enti locali, forum del Terzo Settore e rappresentanti dell’economia sociale, in modo da poter definire, in un rapporto di grande collaborazione, concretamente e tempestivamente, gli strumenti e le procedure che partiranno già nei prossimi giorni per rilanciare le attività economiche nella nostra regione.

Siamo convinti che il grande lavoro svolto in queste settimane dal Dipartimento dello Sviluppo Economico della Regione Puglia, per individuare le linee di intervento principali della manovra straordinaria messa in campo dal Governo regionale, saranno apprezzate dal cuore pulsante e vitale della nostra economia, ma siamo sempre pronti ad ascoltare e a confrontarci nell’interesse esclusivo della comunità pugliese, come sempre fatto in questi anni.

Ferma restando, infatti, la necessità di continuare a rispettare con il massimo rigore le disposizioni in materia di distanziamento sociale per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, è ormai indispensabile iniziare a programmare la cosiddetta “Fase 2” per supportare il nostro tessuto imprenditoriale e produttivo nello sforzo di ripartire (quando le condizioni di sicurezza sanitaria lo consentiranno) e limitare, così, gli effetti nefasti che l’epidemia sta già producendo sulla nostra economia, con il pericolo di gravi ripercussioni sul mantenimento dei livelli occupazionali.

Per questo la Giunta regionale ha stanziato, complessivamente, 450 milioni di euro per garantire liquidità immediata a imprenditori, liberi professionisti e partite IVA e tutelare, così, i lavoratori, attraverso una molteplicità di strumenti pronti ad essere attivati rapidamente: dal nuovo “Titolo II – Emergenza Covid 19” per sostenere gli investimenti delle aziende al “Microprestito” rivolto alle microimprese e ai lavoratori autonomi, passando per il potenziamento delle garanzie pubbliche a sostegno di nuova liquidità o l’ampliamento del portafoglio dei Minibond regionali per facilitare l’accesso al credito delle imprese pugliesi, il tutto senza dimenticare interventi specifici per il settore turistico-ricettivo pugliese in grande difficoltà.

L’obiettivo, ora, è partire immediatamente con i bandi, gli avvisi e i dispositivi, improntandoli alla massima chiarezza, trasparenza e semplificazione in modo da rendere questi interventi concreti e tangibili nel più breve tempo possibile, dal momento che il sistema produttivo non può più aspettare.

Per questo riteniamo che il percorso più opportuno e adeguato alla delicata fase che stiamo attraversando sia quello della massima condivisione della strategia messa in campo dalla Regione Puglia, con il partenariato economico-sociale pugliese, in modo da poter recepire anche proposte e spunti di riflessione che saranno certamente utili nella definizione concreta degli strumenti di sostegno e di incentivazione.

Il Governo regionale, guidato dal Presidente Michele Emiliano, sta facendo tutto quanto è nelle sue possibilità per fronteggiare una crisi senza precedenti e del tutto inimmaginabile fino a poche settimane fa, mettendo in campo risorse imponenti per supportare il nostro tessuto produttivo, con l’obiettivo di non lasciare nessuno da solo ad affrontare le sfide complesse che ci attendono.

Mino Borraccino – Assessore allo Sviluppo Economico

 

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento