Il Garante Abbaticchio chiede un provvedimento che regolamenti le misure a sostegno dell’utenza in carico ai centri diurni per Minori

Condividi

Il Garante regionale dei diritti del Minore, Ludovico Abbaticchio, a seguito di una segnalazione pervenuta, da parte di un ente del terzo settore, scrive e sollecita l’attenzione del Presidente Emiliano, dell’Assessore Ruggeri, del Presidente dell’ Anci/Puglia Vitto e del Direttore del dipartimento della salute Montanaro, affinché emanino un provvedimento che regolamenti le misure a sostegno dell’utenza in carico ai centri diurni per Minori (con particolare riferimento a quelli che non fruiscono dei buoni di conciliazione).
La richiesta, conforme a quanto disposto, in questo periodo, dai vari DPCM emanati per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da CODIV-19”, dalle delibere di Giunta regionale su misure a sostegno dell’utenza in carico ai centri diurni, e dal quaderno operativo dell’ANCI del marzo 2020, evidenzia la necessità di garantire continuità socio-assistenziale ed educativa nella presa in carico quotidiana, anche con modalità alternative, di bambine e bambini, ragazzi e ragazze.
“Questi servizi – sostiene Abbaticchio – svolgono un ruolo nevralgico nel supporto alle famiglie che versano in condizioni di disagio, nel contrasto alle condotte devianti, in alcuni casi, in ottemperanza alle prescrizioni degli Organi di tutela minorile e sono frequentati da persone di minore età spesso in condizione di fragilità e vulnerabilità. Per questo in qualità di Garante regionale chiedo di promuovere una regolamentazione che disciplini l’efficace funzionamento con modalità alternative e sperimentali di detti servizi, valutando l’opportunità di omologare le disposizioni già adottate dal Governo della Regione Puglia per i Centri diurni per anziani, disabili e psichici anche per i Centri diurni per i minori”.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento