La dirigente dell’Istituto Comprensivo Sciascia di Taranto la prof.ssa Giovanna Santoro, consegna i tablet alle famiglie

Condividi

Nel rispetto delle direttive di contenimento della diffusione del Coronavirus ha proceduto con il supporto dello staff scolastico alla consegna di 40 tablet in comodato d’uso alle famiglie che ne hanno fatto richiesta.

La consegna del materiale informatico servirà per il potenziamento della didattica a distanza al fine di risolvere le problematiche relative alla DAD senza lasciare nessun studente fuori.

A causa all’emergenza causata dalla diffusione del Coronavirus, siamo stati catapultati in una dimensione parallela, dove troviamo nuovi termini ormai entrati nel nostro vocabolario quotidiano: DAD, video conferenze, meeting, personal ID, mutatevi…. e così via.

La parola chiave di questi giorni, però, è stata adattamento: in primis per gli alunni e per le loro famiglie perché, pur essendo nativi digitali, si sono ritrovati a dover affrontare un mondo forse più grande di loro; eppure hanno dimostrato, tra tutti, il miglior atteggiamento possibile, intriso di coraggio e grinta, facendoci ben sperare per il futuro. Si sono adattati i docenti, sia coloro i quali erano già amici delle tecnologie e sia quelli che, invece, hanno aperto il computer come si fa con quegli elettrodomestici che usi ogni tanto e di cui non ricordi bene le istruzioni, che ovviamente hai perso. Ciò che però nessun manuale ti spiega e l’empatia, quella con la E maiuscola. Quella che ti porta a connetterti con i ragazzi (Mi sentite? Mi vedete? ormai un mantra ogni mattina) e non importa del programma, della didattica o del pantalone di tuta che “tanto non si vede”, l’importante è esserci per loro, rassicurarli, creare insieme a loro una bolla di normalità costruendo una routine ordinaria, in un momento che ordinario non è. Un modus operandi diffuso e condiviso tra i docenti dell’I.C Sciascia e caldeggiato ampiamente dalla dirigente Giovanna Santoro che ha rilasciato per noi questa breve intervista.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento