A. Mittal: Vianello (M5S), Deprecabile licenziamento. Atteggiamento intimidatorio azienda

Condividi

“Se le informazioni diffuse da alcuni sindacati sulla dinamica che avrebbe portato al licenziamento di un altro operaio Mittal corrispondessero al vero, la circostanza rivelerebbe un atteggiamento alquanto intimidatorio da parte dell’azienda. Come già feci nel caso del precedente dipendente Mittal, Zingarello, ugualmente licenziato qualche settimana fa, chiedo all’azienda di rivedere la sua decisione, revocando un licenziamento inaccettabile soprattutto per l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Infatti, alla luce delle circostanze restrittive e bloccanti che tutto il Paese sta affrontando, il licenziamento di un operaio assume una connotazione ancora più grave e biasimabile, a maggior ragione se avviene dopo l’espressione di una propria opinione legata alla preoccupazione per le attuali condizioni di lavoro, con carenza di dispositivi di protezione individuale e gel disinfettanti. Questo nonostante da più parti, sia il Prefetto di Taranto che gli enti tecnici, ci dicano che MIttal stia invece rispettando  le prescrizioni sanitarie. Chiedo pertanto ai lavoratori del siderurgico di segnalarmi ogni tipo di carenza legata all’emergenza del coronavirus. Mittal, al di là di questo caso specifico, continua comunque a calpestare i diritti di questo territorio”. Così commenta il deputato tarantino del MoVimento 5 Stelle, Giovanni Vianello. 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento