Riconosciuta l’indennità di rischio per malattie infettive al personale Sanitaservice

Condividi

In riferimento all’incontro tenutosi quest’oggi, Martedì 28 Aprile 2020 alle ore 12:00, in videoconferenza, per la definizione dell’ Indennità giornaliera prevista dall’art. 61, lettera D, punto 4, del CCNL AIOP non medici, con il Direttore Amministratico Dr. ANDREA CHIARI ed l’Amministratore Unico di SANITASERVICE Taranto Dr. VITO SANTORO, hanno dichiarato in merito all’ordine del giorno, che sarà riconosciuta l’indennità di rischio per malattie infettive al personale Sanitaservice, dei reparti già inquadrati dalla stessa ASL come Intensive e Sub-Intensive, tra cui il P.O. S.G. MOSCATI, Post-Covid di MOTTOLA, a tutto il personale del tende Pre-Triage dei Pronto Soccorso la dove non sia possibile “accertare” una turnazione giornaliera fissa, al personale della Pneumologia se riconosciuta
come Sub-Intensiva, personale che effettua SANIFICAZIONI, l’indennità sarà pari a 1,03 euro/ora lorde, a decorrere in riferimento al DPCM dell’8 Marzo 2020 per il perido COVID- 19, i fondi della produttività non utilizzati al personale spettante verranno utilizzati da parte della stessa azienda per l’indennità COVID-19. Inoltre verrà riconosciuta l’indennità al personale A1 che ricopre gli attuali servizi riconosciuti a rischio.
Le OO.SS. CISAL Sanità Taranto ed USB Taranto, prendono atto delle decisioni da parte della Direzione Amministrativa ASL Taranto e dell’Amministratore Unico della Sanitaservice, che non condividono le ripartizioni così come specificate in precedenza, ma le Segreterie in collaborazione con le R.S.A. dichiarano che le indennità vengano riconosciute a tutto il personale Sanitaservice, compreso l’Indennità giornaliera di 4,13 euro prevista dall’art. 61, punto 2, oltre al punto 4, in quanto tutti i lavoratori sono a rischio COVID-19, comprese le più esposte ancora non riconosciute, come Radiologia, Laboratorio, Medicina, Cardiologia, Obitorio, Sert, P.P.I, Pronto Soccorso, Aree Comuni e “personale che spesso svolge attività di sanificazione”.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento