DPI, Conca: “Emiliano la smetta di fare buffonate per distrarre le masse”

Condividi

Emiliano continua a dispensare buffonate per ingannare i pugliesi sulla pelle degli operatori sanitari. Si è circondato di persone, titolari di incarichi fiduciari di varia natura, che hanno continuato a sostenere la tesi dell’idoneità dei DPI, negando l’evidenza, e magari qualcuno di loro ce lo ritroveremo pure candidato nelle sue liste. E chi lavora in trincea che paga questi danni, però, troppo comodo comandare da remoto e in ambiente sterile.

Oggi l’esimio assessore ha inviato 20 mila tute cinesi nel Lazio e poi si è andato a vantare su Facebook. La solidarietà tra regioni è sacrosanta, ci mancherebbe, ma la si fa nel silenzio, lei invece non perde occasione per vantarsi, a nostre spese, dell’avvio o dell’ordinaria amministrazione. Perché non lo va a dire anche alla D’urso e alla Venier? La cosa ridicola è che sono le stesse tute ritirate dai Nas dell’Alto Adige e che in Cina usano per coprire altri indumenti atti a prevenire il rischio biologico. Tute che hanno un’altezza massima di 1.80 cm, pensate per il popolo cinese, e che i nostri operatori più alti indossano con divise che escono di sotto. Meno male che ci sono le buste dell’immondizia come calzari che coprono la storture. Questi sono gli affari di Emiliano. Complimenti vivissimi.

Presidente Emiliano, piuttosto che spettacolarizzare, cominci a fare l’assessore che non ha mai fatto per un lustro. Le ho inviato 40 e-mail nell’ultimo mese a cui non ha mai risposto, questo intende per collaborazione o partecipazione? Piuttosto che fare lo splendido sui social per parlarci del Lazio, vada a vedere cosa sta succedendo ai Policlinici Riunti di Foggia dove stamattina sono andati i Carabinieri a ritirare DPI non idonei, e senza ‘l’approvazione’ dell’Inail, ma che nel frattempo sono stati utilizzati da tanti operatori sanitari per numerosi turni. Pensi, dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, magicamente, sono comparse le FFP3 per chi stava lavorando. Ma che glielo dico a fare, mi scusi per l’intrusione!

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento