Immunoterapia con il plasma, Bozzetti (M5S): “In Puglia si è partiti o siamo fermi agli annunci?”

Condividi

Era l’11 aprile quando Emiliano annunciava la partenza della sperimentazione su tutto il territorio regionale della terapia che prevede l’utilizzo del plasma con gli anticorpi dei pazienti guariti dal Covid -19 per curare quelli ancora positivi al Coronavirus, spiegando che il protocollo sperimentale fosse stato approvato dal Comitato Etico del Policlinico. Fin qui tutto bene se non fosse che ad oggi alcuni dei guariti che avrebbero voluto donare il plasma, come ad esempio il nostro consigliere comunale di San Vito dei Normanni Marco Ruggero, ci segnalano come sia ancora impossibile farlo. A questo punto vogliamo sapere: si è davvero partiti o siamo fermi agli annunci, come di frequente succede con Emiliano?”  Così il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti.

 

La sperimentazione dell’immunoterapia passiva con il plasma dei pazienti guariti dal Covid -19  – continua il pentastellato – è stata già avviata in altre regioni come Lombardia, Toscana, Marche e Abruzzo e può rappresentare un passo importante per contrastare il coronavirus. Per questo vogliamo sapere se si sia andati oltre i comunicato stampa. I guariti e potenziali donatori sono stati informati di questa possibilità? Gli specialisti hanno iniziato una selezione dei potenziali riceventi? E se non si è ancora partiti quali sono i motivi del ritardo? Domande a cui chiediamo una risposta da parte di Emiliano o del direttore del dipartimento Salute Montanaro. Agli annunci devono seguire i fatti”.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento