Premio Scuola Digitale: giovedì la finale provinciale al Pacinotti

Condividi

Si terrà giovedì 7 maggio all’Istituto Pacinotti di Taranto, la fase provinciale del Premio Scuola Digitale per l’anno scolastico 2019/2020. Una edizione “a distanza” vista l’emergenza epidemiologica Covid 19 che ha portato tutti gli istituti scolastici a rivoluzionare la didattica puntando sulla DaD (Didattica a Distanza). Stesso discorso per l’importante premio che ha come obiettivo quello di promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento, incentivando l’utilizzo delle tecnologie digitali. Questa è la seconda edizione del premio che, rispetto a quella dell’anno passato, prevede alcune novità: l’incremento del numero di scuole polo responsabili dell’organizzazione del Premio a livello provinciale (da 53 della prima edizione a 94 della seconda) al fine di favorire una maggiore valorizzazione dell’apporto territoriale; la previsione di due sezioni del Premio, una per le scuole del primo ciclo e una per le scuole del secondo ciclo; l’ampliamento dei settori tematici relativi ai progetti da proporre per la partecipazione al Premio Scuola Digitale; l’adozione di un’unica finestra nazionale di scadenza di presentazione delle candidature alle scuole polo provinciali. Il premio prevede tre fasi: quella provinciale, che per Taranto si svolgerà presso l’Istituto Pacinotti giovedì prossimo, quella regionale, entro il mese di maggio, e infine quella nazionale a cura del Ministero dell’Istruzione. Come detto, la manifestazione del 7 Maggio vedrà il suo cuore pulsante nell’auditorium del Pacinotti, in collegamento con tutti i partecipanti. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su Youtube a partire dalle ore 15. I progetti presentati riguardano modelli didattici basati su tecnologie digitali, percorsi di apprendimento curricolari ed extracurricolari, prototipi tecnologici e applicazioni, nei settori del making, coding, robotica, Internet delle cose (IoT), del gaming e gamification, creatività digitale (arte, musica, valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale, ambientale, con le tecnologie digitali, storytelling, tinkering), utilizzo delle nuove tecnologie per inclusione e accessibilità, STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), sviluppo sostenibile del territorio attraverso le tecnologie digitali. Le 12 scuole finaliste sono state divise in due categorie: scuole del primo ciclo e secondo ciclo. Nello specifico per il primo ciclo le 6 finaliste sono: l’Istituto Comprensivo Alfieri di Taranto con “EuInnovaLab: esperienze di apprendimento innovative in ambito europeo”; l’Istituto Comprensivo Amedeo Aosta di Martina Franca con la “Biblioteca virtuale”; l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Martina Franca con “Il Robot… Per Apprendere Cons@Pevolmente”; l’Istituto Comprensivo Giovinazzi di Castellaneta con “Alla scoperta del centro storico”; l’Istituto Comprensivo XXV Luglio – Bettolo Taranto con “L’ipotesi di riqualificazione del territorio seguendo gli obiettivi di Agenda 2030”; l’Istituto Comprensivo Salvemini di Taranto con “Taranto si svela”. Sei, invece, gli istituti finalisti per il secondo ciclo: il Battaglini di Taranto con “Dì la tua”; il De Ruggieri di Massafra con “Scuola digitale 2019-2020”; il Del Prete – Falcone Sava con “Semaforo intelligente”; il Majorana di Martina Franca con “Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico e paesaggistico”; il Pacinotti di Taranto con “Robopop”; il Tito Livio di Martina Franca con “Die Digital Wunderkammer”. Alle scuole prime classificate, una per il primo ciclo e una per il secondo, sarà assegnato un premio di 1000 Euro utile a poter perfezionare il progetto per la fase regionale. Premi anche per il secondo e terzo classificato, riconoscimenti tecnologici anche per tutte le altre scuole partecipanti. <<Ho preso parte a questo Premio, curando all’inizio solo l’aspetto grafico – spiega la professoressa Tiziana Moretti che modererà la manifestazione -. Mi calerò, insieme al resto del team che ha curato l’evento, in un nuovo ruolo, emozionante e coinvolgente, come quello di presentare tutti i gruppi di lavoro e gli interventi=. In questo momento di particolare difficoltà, come quello attuale, è fondamentale che la scuola vada avanti, così come vien detto dal Ministro Azzollina e dal Direttore Generale USR Puglia, la dottoressa Anna Cammalleri utilizzando tutti gli strumenti digitali disponibili e in tal senso il Premio Scuola Digitale risulta essere quanto di più attuale in questo momento storico mondiale. << Coding, robotica e imprenditoria sono solo alcuni degli argomenti sviluppati da tutti i gruppi di lavoro. Mi auguro che la manifestazione si svolga al meglio, con l’aiuto di quella tecnologia che ci ha permesso di non lasciare soli i nostri studenti in questi difficili mesi>>.


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento