Assessore Borraccino, 665 milioni di euro per la manovra economica della Regione Puglia per lavoro e impresa

Condividi

Si sono conclusi da pochi minuti i lavori del Tavolo del Partenariato Economico-Sociale della Regione Puglia, svoltosi in video conferenza per completare la fase di confronto e di condivisione sulla manovra del Governo regionale, presentata assieme ai colleghi Capone e Piemontese, per fronteggiare le negative ripercussioni sul nostro tessuto economico e produttivo a causa del diffondersi dell’epidemia da Covid-19.

La discussione è stata molto articolata e utile al fine di definire più dettagliatamente le Misure che saranno messe in campo tra pochi giorni, recependo la grande preoccupazione che tutti i soggetti intervenuti al Tavolo hanno rappresentato, soprattutto con riferimento alla necessità di intervenire tempestivamente.

Bisogna fare presto e bene!

Proprio per venire incontro a questa esigenza la Regione Puglia ha messo in campo strumenti straordinari, impegnando una quantità di risorse imponente, pari a 665 milioni di euro, per rilanciare le attività economiche, immettendo liquidità nel sistema al fine di consentire a imprenditori, PMI, commercianti, professionisti e Partite IVA di far fronte a questa situazione per il tempo necessario alla ripresa dell’economia.

In particolare la ripartizione dei fondi prevede:

– la dotazione di 256milioni di euro per il “Microprestito” rivolto alle microimprese, ai professionisti, alle Partite IVA e ai lavoratori autonomi con altresì la quota del 20% di finanziamento a fondo perduto;

– la dotazione di 200milioni di euro per il nuovo “Titolo II – Emergenza Covid 19” per sostenere gli investimenti delle PMI di qualunque settore merceologico, con un minimo del 20% di fondo perduto, fino ad un massimo del 30%, sempre di fondo perduto, se l’impresa si impegna a mantenere i livelli occupazionali che aveva alla data del 31-12-2019.

-la dotazione di 50milioni di euro per i Consorzi di garanzia Fidi;

– 45milioni di euro per il settore del Turismo e della Cultura;

-85milioni di euro per le nuove fragilità sociali;

-29milioni di euro per fronteggiare le spese sanitarie dovute all’emergenza Covid-19;

Per un totale di 665milioni di euro frutto della sola riprogrammazione dei Fondi Comunitari POR.

Nulla sarà toccato dalla rimodulazione dei Fondi FSC (Fondo di Sviluppo e Coesione, il cosiddetto Patto per la Puglia). Allontaniamo pertanto, qualora ce ne fosse ancora bisogno, ogni possibile dubbio circa la realizzazione di importanti infrastrutture come la strada Regionale 8.

Esprimo la mia grande soddisfazione, a nome del Governo regionale guidato dal Presidente Michele Emiliano e dei colleghi di Giunta, tutti, per il grande lavoro che è stato svolto in sede di Tavolo di Partenariato Economico-Sociale.

Ringrazio chi ha lavorato per giungere a questo risultato: il prof. Nico Laforgia, la dott.ssa Gianna Elisa Berlingerio, il dott. Pasquale Orlando, il dott. Roberto Venneri, il direttore generale e il suo vice di PugliaSviluppo, Antonio De Vito e Andrea Vernaleone, oltre al consigliere del Presidente Domenico De Santis.

Faremo presto e bene in virtù della piena consapevolezza che  dalla tempestività nell’attivazione delle Misure e, quindi, nella effettiva erogazione delle risorse, passa in molti casi la sopravvivenza stessa di molte attività economiche in grande difficoltà, in questo momento, nel far fronte soprattutto a scadenze e pagamenti.

Nessuno sarà lasciato solo.

Presto ne usciremo, tutti insieme.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento