Covid, Perrini al dg ASL TA: “Aiutiamo con piccoli rimborsi le associazioni di volontariato che si occupano di dializzati”

Condividi

La richiesta del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini.
“I volontari della Sanità sono stati e sono in questa emergenza Covid fra coloro che hanno non solo sacrificato parte del loro tempo a servizio di chi sta male, ma hanno messo a repentaglio la loro vita. Spesso lo hanno fatto a mani nude, altre volte pagando di propria tasca ciò che serviva a proteggerli maggiormente mentre soccorrevano un ammalato o assistevano un disabile.
“In questi giorni ho personalmente constatato l’abnegazione e lo spirito di servizio che contraddistingue i volontari che si occupano del trasporto dei pazienti dializzati. Per questo ho scritto al direttore generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi, perché le Associazioni si sono attenute a tutte le misure di sicurezza prescritte dal Governo e della Regione, in modo particolare alla circolare regionale n.284 del 4 aprile scorso, sulle linee guida per i pazienti con malattia renale che necessitano di trattamento emodialitico- prevenzione e gestione dell’infezione da Covid-19 e si sono adeguate a suddette prescrizioni, sopportando dei costi maggiori al fine di garantire un maggior numero di mezzi, un maggior numero di operatori sanitari, l’acquisto di tutti i D.P.I necessari e di garantire anche la sanitizzazione dei mezzi dopo ogni trasporto.
“Ora chiedo a Rossi come possiamo aiutare queste Associazioni di Volontariato che si sono trovate ad affrontare spese in più per assicurare un servizio in piena sicurezza sia per i pazienti dializzati che per tutti gli Operatori Sanitari? Un piccolo rimborso è ipotizzabile a fronte della mole di lavoro che svolgono volontariamente aiutando la Sanità pubblica nell’espletazione dei servizi?”

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento