M5S. “Test rapidi obbligatori per chi rientra in Puglia e aumento del numero di tamponi nella fase 2”

Condividi

“Garantire maggiore sicurezza nella fase 2, aumentando il numero di tamponi e prevedendo l’obbligo di test rapidi e della misurazione della temperatura corporea per chi rientra in Puglia: misure di buon senso per non mettere a rischio il grande lavoro e la grande responsabilità dimostrata dai cittadini”, è la richiesta dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle invitando il presidente Emiliano a emanare una ordinanza relativa agli obblighi per chi rientra, come già fatto da altre regioni.
“Con l’avvio della Fase 2 – spiegano i consiglieri – al contrario di quanto fatto in altre regioni, non è stato predisposto alcun obbligo di sottoporsi a tamponi o a test rapidi per chi è rientrato in Puglia a partire dal 4 maggio. Unica misura predisposta è stata la quarantena su base volontaria, ma non è sufficiente. In altre regioni sono stati allestiti laboratori mobili per eseguire i test rapidi e la misurazione della temperatura corporea nelle stazioni ferroviarie o ai caselli autostradali. Ci chiediamo perché in Puglia non sia stato previsto. Siamo anche la regione con il numero più basso di tamponi eseguiti ed è necessario invertire la rotta. In vista delle prossime riaperture, che saranno disposte in base all’andamento del contagio, è necessario attrezzarsi con i tamponi per garantire la sicurezza dei cittadini e monitorare in modo preciso la diffusione del contagio. Per questo Emiliano deve potenziare la rete dei laboratori, non scaricare sul Governo a sua incapacità. Se nelle altre Regioni i provvedimenti si prendono è perché ci sono assessori alla Sanità capaci, a differenza della Puglia. La Fase 2 non è sinonimo di ‘liberi tutti’ e bisogna aumentare le misure di tracciamento”.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento