A passeggio con la bambina ma con lo stupefacente nella borsetta

Condividi

Non conosce soste l’attività di contrasto allo spaccio di droga da parte della Questura di Taranto.  Dopo l’ultima operazione svolta presso l’edificio popolare di via Plinio e la conseguente intensificazione dei servizi in quelle aree, gli uomini della sezione Falchi della Squadra Mobile hanno intuito le nuove strategie dei pusher per aggirare i controlli. Infatti, gli spacciatori hanno provato a spostare il loro raggio d’azione verso il centro cittadino, ma i loro frequenti spostamenti non sono sfuggiti agli agenti che hanno puntualmente monitorato nuovi   percorsi e nuove mete dello spaccio. 

Nel corso dei controlli attuati   assurgeva all’attenzione dei “Falchi” una coppia di giovani che si stava dirigendo   a piedi verso via Oberdan. I due, nonostante l’uomo tenesse sulle spalle – verosimilmente proprio per   scongiurare un eventuale controllo delle Forze dell’Ordine – una  bambina in tenera età,  camminavano a passo svelto e con estrema circospezione dando la netta impressione di aver qualcosa da nascondere.

Immediato l’intervento e la conseguente perquisizione personale,

Nonostante l’atteggiamento ostile del giovane per impedire l’accertamento, gli agenti hanno   rinvenuto all’interno della borsa   donna un involucro in cellophane bianco, contenente 55 grammi di   marijuana in fluorescenze.

Pertanto l’uomo,  già gravato da precedenti ,  e la donna rispettivamente di 32 e 34 anni, , sono stati denunciati in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento