Santorsola: “Alziamo il sipario, sostegno all’affitto per i teatri indipendenti”

Condividi

Nota del consigliere regionale e presidente della VI Commissione, Mimmo Santorsola

“A seguito di un confronto con gli addetti al settore, ritengo indispensabile intervenire a favore dei teatri indipendenti pugliesi.

Credo fermamente che le strutture che svolgono spettacoli dal vivo, rappresentino la spina dorsale del settore in Italia ed in Puglia, sono luoghi di aggregazione, di produzione culturale che arricchiscono piccoli paesi e città, ma sono anche luoghi in cui emergono talenti di rilievo territoriale e nazionale. I teatri e i luoghi spettacolo indipendente sono, soprattutto, veri e propri punti di riferimento delle nostre comunità, opportunità per tanti ragazzi e ragazze, sono motori di una produzione culturale di qualità che si basa su lavoratori e lavoratrici con competenze e titoli, spesso acquisiti nel resto d’Italia, che hanno deciso di lavorare nella nostra Regione.

Lo scoppio della pandemia Covid 19 ha determinato, come per le altre attività commerciali e sociali, la chiusura di questi luoghi e, quindi, la sospensione di rappresentazioni e spettacoli, ossia l’unica forma di sostentamento per varie realtà che non percepiscono finanziamenti statali dal Fondo Unico per lo Spettacolo (F.U.S.) nonché unica fonte di reddito per centinaia di artisti/e che spesso vivono in una condizione grigia – nota e tollerata dallo Stato – tra lavoro nero e pochissime giornate dichiarate, purtroppo non adeguatamente tutelata dai recenti sostegni approntati dal MiBACT.

Nel tentativo di impedire che questo patrimonio di cultura e socialità venga disperso ed i tanti teatri indipendenti chiudano i battenti, in qualità di Presidente della VI Commissione Cultura del Consiglio regionale pugliese sto protocollando una richiesta al Presidente Emiliano e alla sua Giunta che Regione Puglia affinché si stanzi un apposito Fondo finalizzato, cui richiedere contributi integrativi in favore di soggetti privati conduttori di teatri di proprietà privata e pubblica, con l’obiettivo di sostenere parte dei canoni di locazione passati (morosità incolpevole) e futuri (per tutto il periodo di restrizioni).

Si tratterebbe di ripetere quanto fatto della Regione Lazio che alla fine di aprile ha stanziato 1 milione di € per coprire il 40% del canone di locazione.

Per ogni domanda selezionata la Regione Puglia potrebbe erogare un contributo, in misura pari al 40% del costo del canone, lasciando al beneficiario la facoltà di richiedere che il contributo venga versato direttamente al locatore, decurtando dalla somma erogata eventuali altri contributi per il sostegno alla locazione da parte di Enti locali, associazioni, fondazioni o altri organismi”.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento