Il Garante Abbaticchio: “In campo nella lotta contro la violenza di genere nella Fase 2”

Condividi

Il Garante regionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari e Bat, Federfarma Puglia e Corecom Puglia in campo nella lotta contro la violenza di genere anche nella Fase 2 dell’emergenza Covid-19.
La  concreta possibilità  che continuino i maltrattamenti ai danni di donne e bambini già in atto a causa del prolungarsi della forzata convivenza domestica ha reso indispensabile lavorare insieme e la farmacia, anche nella ripresa, resta un presidio in cui si vive una relazione basata su rapporti fiduciari – consolidati con i cittadini nella fase di maggior pericolo epidemico –  ed è un importante riferimento per donne e bambini specie se sottoposti a stress psicologico e fisico o che abbiano difficoltà a chiedere aiuto e ad utilizzare il telefonino.
Accogliendo l’invito del Garante regionale per i Minori, Ludovico Abbaticchio, la Presidente del Corecom Puglia, Lorena Saracino, il presidente dell’Ordine interprovinciale dei farmacisti Bari e Bat  il vicepresidente della FOFI (Federazione Ordine Farmacisti Italiani), Luigi D’Ambrosio Lettieri, il presidente di Federfarma Bari, Vito Novielli e il Dott. Francesco Settembrini, Presidente della Consulta degli Ordini di Puglia, in attuazione del Protocollo d’intesa firmato lo scorso 3 aprile tra Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento delle Pari opportunità – FOFI –Federfarma – Assofarm, hanno convenuto iniziative comuni affinché siano diffuse quanto più possibile azioni di tutela dalle farmacie del territorio.
Le farmacie presenti sul territorio regionale saranno invitate a: affiggere, all’interno dei locali, il manifesto con il numero verde antiviolenza 1522 attivo h24 diffondere il materiale informativo (che si allega) contenente le linee guida ministeriali su come comportarsi in caso di pericolo inserendolo in ogni busta di prodotti acquistati, ove le donne richiedano maggiori spiegazioni; mettere a disposizione gli schermi presenti nelle loro sedi per proiettare le linee guida ministeriali, messaggi dedicati al contrasto alla violenza o inserire più volte, fra le altre notizie, l’indicazione dello stesso numero verde.
Inoltre, su indicazione dei Centri Antiviolenza della Regione Puglia, la Federfarma si adopererà per l’inserimento, in automatico, nei registratori di cassa il numero “1522 – No alla violenza sulle donne”, in modo tale che ogni scontrino rilasciato possa contenerlo evitando, così, sospetti da parte di uomini violenti derivanti dal reperimento di materiale informativo in casa.
L’invito ad aderire a questa iniziativa sarà reso noto a tutte le farmacie del territorio dai rispettivi organismi di categoria e agli organi di stampa, radio e tv locali.
Questa campagna consentirà alle donne di accedere alle prime indicazioni utili per prevenire ed affrontare in modo efficace eventuali situazioni di violenza o stalking da parte maschile.
Una collaborazione preziosa quella tra il Garante regionale, le Farmacie e i Centri antiviolenza che potrà nel tempo rafforzarsi anche attraverso progetti di informazione/formazione da diffondere su tutto il territorio regionale e per tutto il personale delle farmacie.

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento