Colonna: “Poli innovativi per l’infanzia, possibile ora l’avvio delle attività di valutazione”

Condividi

Con la progressiva ripresa di tutte le attività – pur nel doveroso rispetto delle precauzioni previste – anche i procedimenti che sono stati sospesi in queste settimane a causa dell’emergenza sanitaria, possono essere riattivati e completati, cercando anche di recuperare, nei limiti del possibile, il tempo in cui sono stati necessariamente fermi.

Penso, ad esempio, all’iniziativa a regia regionale riguardante i tre concorsi di progettazione per la realizzazione di altrettanti Poli Innovativi per l’Infanzia nelle Città di Bari, Altamura e Capurso.
Nei mesi scorsi infatti, prima del lockdown, per i tre Poli si è proceduto a nominare le commissioni giudicatrici chiamate a selezionare, tra quelle pervenute, le proposte progettuali ritenute migliori, attribuendo anche gli altri premi previsti nei rispettivi bandi.
Ora è possibile e necessario riprendere, di buona lena, il lavoro sospeso. Invito, dunque, i tre comuni interessati ad avviare i lavori delle commissioni, quindi le attività di valutazione, in modo da chiudere il più rapidamente possibile questa fase dedicata alla progettazione.

Sarà possibile, così, procedere con l’attuazione di questa innovativa e pionieristica misura che coinvolge tre Comuni (Bari, Altamura e Capurso) selezionati dalla Regione all’inizio del 2018 nell’ambito dell’iniziativa del Ministero dell’Istruzione che assegnava alla Puglia risorse complessive pari a 9.687.832 euro per la realizzazione di strutture dedicate ai bambini fino a 6 anni.
I concorsi di progettazione per i tre Poli dell’Infanzia si inseriscono in questa articolata operazione che seguo ormai da quasi tre anni, sin dagli inizi, passo dopo passo, e su cui sono particolarmente impegnato insieme all’Assessore regionale all’Istruzione Sebastiano Leo, alla Dirigente Maria Raffaella Lamacchia e allo Staff della Sezione regionale “Istruzione e Università”, con il supporto dell’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione della Regione Puglia).

Dopo la selezione dei comuni beneficiari del finanziamento, infatti, dalla Regione abbiamo fatto seguire, nel dicembre 2018, un protocollo di intesa con i tre comuni selezionati, che ha integrato in modo del tutto originale la misura, riconoscendo ai tre enti locali un ulteriore contributo regionale pari a 70mila euro ciascuno (del bilancio regionale), destinato proprio alla attivazione, predisposizione e gestione dei tre concorsi di progettazione (anziché far ricorso alle ordinarie gare di appalto, proprio al fine di garantire elevati standard di qualità e la più ampia partecipazione nella fase di ideazione degli interventi) e supportando le strutture comunali anche con una task force regionale di esperti.

Per quanto riguarda il Polo Innovativo per l’Infanzia di Altamura, in particolare, ricordo che è previsto nel popoloso quartiere di Trentacapilli e rappresenta un’opera largamente attesa dalla comunità, destinata a offrire ai bambini di tutta la città servizi all’avanguardia destinati alla loro crescita e formazione: sia aule destinate alle attività educative e scolastiche, sia strutture per attività extrascolastiche (quali palestra, laboratori tematici, parco giochi, auditorium, biblioteca, area verde, ludoteca, ecc.).
Il costo stimato per la realizzazione dell’opera è pari a 3.194.000 euro, somma, assieme al costo dell’area e ad altre spese accessorie, interamente coperta dal finanziamento riconosciuto dalla Regione, per un totale di 4,3 milioni di euro.
Ora non ci resta che attendere che la Commissione proceda con la valutazione delle idee progettuali candidate (ventisei) e definisca una graduatoria che individuerà i vincitori dei premi previsti: 15.000 euro per il primo classificato, 7.500 euro per il secondo e 4.000 euro per il terzo. Inoltre è previsto un ulteriore premio di 4.000 euro per il progetto, classificatosi tra il 4° e l’8° posto, elaborato dal gruppo di progettazione con l’età media più bassa.
Al primo classificato, poi, in presenza di tutti i requisiti di legge, verrà affidata la progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera.

Mi auguro che si proceda rapidamente a concludere le procedure per dotare le città interessate di opere molto attese dalle comunità di riferimento.

Nota del consigliere regionale Enzo Colonna

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento