Pulizia straordinaria a Lido Azzurro, “Kyma Ambiente – Amiu” impiega mezzi e personale

Condividi

Dopo il rassetto generale del quartiere Tamburi, è il turno di Lido Azzurro.
Il quartiere che si affaccia sul versante occidentale del golfo ionico, infatti, da questa mattina è oggetto di attenzioni particolari da parte di “Kyma Ambiente – Amiu”, che sta impiegando mezzi e personale per ripristinare il decoro violato dall’inciviltà di passaggio, prodotto dei numerosi pendolari che sono tornati a frequentare il litorale, dopo il lockdown, e di alcuni che da paesi e zone limitrofe scaricano lì i propri rifiuti.
Sono stati proprio i residenti a sollecitare la necessità di un intervento straordinario, appello raccolto dall’amministrazione e girato a “Kyma Ambiente – Amiu” affinché rispondesse tempestivamente. Le operazioni si sono concentrate sullo spazzamento meccanico e manuale, con l’ausilio di soffiatori, anche per ripulire le strade dagli aghi di pino che si accumulano in quella zona, particolarmente boscata.
Contestualmente alla presenza di mezzi e operatori, uno degli ausiliari ecologici di “Kyma Ambiente – Amiu” ha effettuato una ricognizione tra le vie di Lido Azzurro per sensibilizzare l’utenza e raccogliere indicazioni per migliorare il servizio.
«Continueremo a garantire questi interventi straordinari – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci –, utili a recuperare alcune difficoltà di servizio e, soprattutto, il calo di attenzione per il decoro di qualcuno. Nessun intervento, infatti, anche il più efficace, mantiene a lungo i suoi effetti senza la collaborazione dei cittadini. Ed è a quella che ci appelliamo».
 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento