Recovery fund, Turco: serve adesso piano di semplificazione e accelerazione di investimenti

Condividi

“Serve un piano strategico d’investimenti che modernizzi il Paese. Il Recovery Fund, fortemente voluto dal Presidente del Consiglio e dal Governo Italiano, con una consistenza che sarà di 750 miliardi di euro, è un’occasione irripetibile, senza precedenti, che se sostenuta anche da un “piano di autofinanziamento interno”, potrebbe ancora di più ampliare la politica degli investimenti delle amministrazioni pubbliche e private”. Così il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla programmazione economica e agli investimenti, Sen Mario Turco.

“In questo contesto -aggiunge il Sottosegretario – diventa fondamentale valutare la possibilità di creare una Banca pubblica, capace di sostenere la politica economica e le imprese strategiche del Paese, finanziando investimenti produttivi e infrastrutturali. Ma fondamentale sarà anche sbloccare le opere pubbliche, evitando che le risorse intercettate siano indirizzate in settori a scarso moltiplicatore imprenditoriale, occupazionale e sociale e fare in modo che l’amministrazione pubblica non resti prigioniera della burocrazia”

“Un “piano di semplificazione e accelerazione degli investimenti”, così strutturato, con il supporto del Dipartimento di Programmazione Economica e della struttura di missione Investistalia – conclude l’esponente di Governo – è stato già posto all’attenzione sia dei rappresentanti delle Amministrazioni territoriali e di categoria, sia della Presidenza del Consiglio”.

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento