Due compagnie tarantine nel weekend di Pop Tv

Condividi

Sabato 30 e domenica 31 maggio alle 21 su Pop Tv, visibile dal sito www.poptelevision.it e dalle app gratuite per ios e android, per la rassegna “Teatro in IP”, diretta artisticamente da Anna Maria Carella, saranno proposti “Tressette col morto” e “Una giornata particolare”, due lavori di compagnie teatrali tarantine.

Si inizia con “Tressette col morto” scritto da Gerry Petrosino, diretto da Giovanni Nicolardi e portato in scena dagli attori della “Compagnia Teatro Novo”. Questo lavoro tratta un tema delicato, quale l’usura, analizzato dall’autore con ironia, senza affondare il coltello nell’analisi sociale, profonda e seria. È uno spettacolo comico che ha al centro un intreccio quasi da giallo, con un morto che resuscita, usurai e vittime quasi da stereotipo. Due fratelli, il bancario Saverio e Alberto un pittore alla ricerca del successo, vivono da soli in un appartamento nel centro di Taranto. Un terzo fratello, Alfonso, è morto suicida, e nonostante siano trascorsi alcuni anni, i due non si riescono a rassegnare all’idea di averlo perso, soprattutto Alberto che, non riuscendo a farsene una ragione, continua a giocare a tressette con un fantoccio, in ricordo del familiare, che in realtà defunto non è.

Domenica invece sarà trasmesso il lavoro della compagnia Garbo Teatrale che ha riproposto in una versione teatrale il celebre film di “Una giornata particolare” di Ettore Scola. La messa in scena tarantina è una libera rivisitazione della pellicola del 1977, che tuttavia mantiene fedele la trama, incentrata su tematiche ancora oggi difficili e controverse quali l’omosessualità e il fascismo. Al posto di Sophia Loren e Marcello Mastroianni in scena ci sono Francesca Marinelli e Luigi De Biasi.

Entrambi gli spettacoli si terranno all’interno della rassegna “Teatro in IP”, realizzata da Pop Tv e FITA Puglia, il cui fine è quello di mantenere vivo l’amore per il teatro in un periodo di difficoltà e di ripresa, che inevitabilmente stenterà ad esserci nel prossimo periodo estivo, a seguito del blocco totale nella seconda parte della stagione 2019/2020.

 

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento