Taranto: bus elettrici a transito rapido, a breve il bando per la progettazione delle due linee

Condividi

Una nuova delibera fondamentale nel percorso delineato per attuare la strategia di riconversione economica e ambientale di Taranto è stata approvata dalla giunta Melucci.

Saranno due linee portanti elettriche a servizio dei principali quartieri dell’area urbana, con collegamento tra essi e il centro storico, determinanti tecnologie di linea di trasporto rapido di massa con sistemi innovativi e precisamente:

  • Linea Blu : linea BRT Talsano – Tamburi di estensione pari a circa Km 24;
  • Linea Rossa: Linea BRT Paolo VI – Cimino di estensione pari a circa Km  22.

Per raggiungere questo obbiettivo l’amministrazione Melucci ha voluto operare con la massima celerità.

Il 19 maggio l’art 213 del DL 34 del 19.05.2020 ha autorizzato la spesa di 130 milioni di euro a favore del Comune di Taranto per la realizzazione di un sistema innovativo di bus rapid transit. Parallelamente è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa con Cassa Depositi e Prestiti che definisce i principi regolatori della cooperazione in relazione all’iter procedurale amministrativo, tecnico, economico e finanziario per le varie fasi di sviluppo ed attuazione del progetto.

Già il 29 maggio la giunta guidata dal sindaco Melucci, al fine di accedere a queste risorse, ha approvato con delibera la documentazione progettuale predisposta ai fini della redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica e del progetto definitivo di queste infrastrutture fondamentali per la riqualificazione del trasporto pubblico urbano.

Quindi a breve verrà pubblicato un bando per la progettazione della Linea BLU “Tamburi – Talsano” , Linea Rossa “Paolo VI- Cimino” e del Deposito/Officina per il materiale rotabile.

«Un taglio netto con il passato – commenta l’assessore Gianni Cataldino -, è infatti ferma volontà di ricercare risorse e agire per poterle acquisire e trasformarle in un vettore di cambiamento. Un nuovo tassello che rende Taranto, persino in questo difficile momento nazionale, un modello di gestione e transizione verso una rivoluzione sociale, culturale ed economica che avrà un forte impatto sulle vite di tutti».

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento