APERTAMENTE. Le consultazioni regionali in Puglia sono ormai alle porte di Davide De Fazio

Condividi

Quattro sono i cardini principali sui quali dovrebbero puntare principalmente tutti i Partiti e Movimenti Politici nelle prossime consultazioni regionali: legalità, sicurezza, anti corruzione e politiche sociali. In quest’ottica, i Partiti ed i Movimenti devono assumersi totalmente la loro responsabilità politica nella formazione delle liste elettorali che proporranno agli elettori. Selezionare gli uomini e le donne da candidare, guardando soprattutto alle loro qualità personali e morali. Bisogna smetterla di attribuire all’elettore la colpa di aver scelto un candidato piuttosto che un altro, l’elettore mette una semplice “X” su una lista di candidati già prescelti.
I leader politici ed i segretari di ciascun partito o movimento, essendo radicati sul territorio sul quale operano, sono sicuramente all’altezza di distinguere tra realtà pulite e bacini di voti inquinati. Infatti, le informazioni e le conoscenze che circolano all’interno di partiti e movimenti, sono quasi sempre più ampie e dettagliate rispetto a quelle a disposizione di magistrati ed inquirenti. I partiti ed i movimenti devono impegnarsi ad inserire nelle loro liste per le prossime elezioni regionali, solo persone di cui possono garantire l’indipendenza e la moralità. Usare il solito pretesto, che semmai si sbagliasse nelle scelte prese, ci penserebbero in seguito i magistrati, significa dare spazio alla mafia ed alla corruzione di proliferare, con le conseguenze disastrose che noi tutti ben conosciamo. Seguendo rigorosamente queste linee guida dovrebbero operare tutti i Partiti ed i Movimenti Politici per la selezione dei propri candidati alle prossime elezioni regionali. Questa è l’unica strada percorribile, che ha la politica pugliese di legittimarsi e di contrastare il proliferare della corruzione e l’infiltrazioni della criminalità organizzata.
Davide De Fazio
 

Condividi

Lascia un commento