Internalizzazione operatori Servizi Informatici e Cup. Nulla osta della Regione

Condividi

Rizzo e Palazzo: “L’Asl di Taranto internalizzi immediatamente gli oltre 200 lavoratori”
Videoconferenza nel primo pomeriggio tra i sindacati e la Regione, nello specifico il dott. Vito Montanaro, Capo del Dipartimento Salute, sul processo di internalizzazione che interessa i lavoratori del Cup e dei Servizi Informatici dell’Asl di Taranto. Si tratta di oltre 200 unità lavorative con contratto in scadenza il prossimo 30 giugno con le ditte Sds e Sincon.
Nel corso dell’incontro, nel quale sono stati affrontati diversi argomenti, l’Usb Taranto ha sollecitato e chiesto delucidazioni sull’attuale situazione e sui prossimi sviluppi. Nulla osta da parte della Regione  per il prosieguo della internalizzazione. Toccherà ora all’Asl di Taranto procedere con il passaggio degli operatori interessati in Sanitaservice e con l’assunzione per tutti con il contratto Aiop.
Rizzo e Palazzo: “La Regione oggi ha chiarito che tutto ciò che le spettava è stato fatto. Dunque ora ci aspettiamo che l’Asl di Taranto si adoperi tempestivamente, e comunque entro la fine del mese, per dare finalmente una stabilità ai lavoratori del Cup e dei Servizi Informatici. Ciò anche alla luce del fatto che, un anno fa, l’Azienda Sanitaria Locale già dichiarava di essere pronta per internalizzare”.
Coordinamento provinciale Usb
Franco Rizzo coordinatore provinciale Usb Taranto Gianni Palazzo Usb Sanità Taranto
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento