Nabil Bey ospite di Idea Radio presenta il concerto con la Oles

Condividi

Domani venerdì 19 Giugno, su Idea Radio nel corso della trasmissione “Il Terrirorio in diretta” in onda dalle 09:00 alle 13:00, sarà ospite Nabil Bey dei Radiodervish in concerto a Lecce sabato 20 giugno alle ore 21:00 con l’Orchestra Sinfonica Oles per La Fabbrica delle Parole al Convitto Palmieri.

 

La fabbrica delle parole, è un percorso permanente sull’arte della stampa al Convitto  Palmieri Di Lecce. Fabbrica delle parole, ovvero una fabbrica di confronti e incontri; fabbrica di pensieri da partecipare e di letture; fabbrica di sguardi e stupori, di riviste e di intellettuali militanti che hanno realizzato “fogli di poesia”; fabbrica di libri, di storie e di futuro che riguardano tante comunità.

Non è un caso che la Fabbrica delle parole si inserisca nel percorso intrapreso dal Convitto Palmieri di Lecce, che con la Biblioteca Bernardini si sta sempre più indirizzando come epicentro di percorsi plurali riguardanti la cultura del libro e la lettura, intesa come processo di rigenerazione delle coscienze e di progettazione di possibili futuri che incontrano anche le arti attraverso mostre, pubblicazioni, teatro, cinema e musica, grazie all’impegno delle associazioni e delle tante realtà coinvolte.

Per l’occasione i Radiodervish saranno in concerto con l’Orchestra  Sinfonica Oles.

Per la prima volta a Lecce il loro ultimo progetto discografico e primo concerto in assoluto dopo il lockdown. Dopo il concerto inaugurale del primo novembre 2019 al Parco della Musica di Roma e un tour nazionale che ha visto protagoniste due affermate realtà del panorama musicale mediterraneo, “Classica”, l’ultimo progetto discografico dei Radiodervish e l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES, approda per la prima volta a Lecce al Chiostro del Convitto Palmieri dopo la sospensione dell’attività concertistica causata dalla diffusione del Covid-19.

 

Pubblicato lo scorso 11 ottobre, con il sostegno di Puglia Sounds Record 2019, “Classica” è l’incontro tra mondi sonori totalmente differenti, quello etnoworld e quello classico sinfonico, due linguaggi musicali in apparenza distanti che si fondono perfettamente pur mantenendo ciascuno la propria identità, in un dialogo di valorizzazione reciproca che dà vita a un unico, inedito racconto: un’originale rilettura dei brani selezionati dal repertorio dei Radiodervish, tra cui anche due cover di grandi cantautori mediterranei, Domenico Modugno e Matteo Salvatore.

 

In scaletta i brani contenuti nell’album: “L’esigenza”, “Erevan”, “Jonas”, “Tancredi e Clorinda”, “Amara terra mia”, “Itaca”, “Il sogno delle lucciole”, “Il Sangre e il Sal”, “Una candela nel buio”, “Marevino”, “Il lamento dei mendicanti”, “L’immagine di te” e altri successi.

 

I brani in programma assumono una nuova, sorprendente veste musicale, grazie ai ricercati arrangiamenti del Maestro Valter Sivilotti, a cui è affidata la direzione dell’OLES. Pianista, compositore e direttore d’orchestra tra i più acclamati della sua generazione, ha composto e arrangiato brani per i più noti artisti della canzone d’autore, del jazz e della musica etnica.

 

Sul palco con l’Orchestra Sinfonica, Nabil Salameh (voce), Michele Lobaccaro (basso e chitarra), Alessandro Pipino (piano e fisarmonica), Pippo Ark D’Ambrosio (batteria e percussioni).

Classica” è il 13° album per i Radiodervish, storica formazione in attività da oltre vent’anni, da sempre espressione di un’Italia ponte tra Europa e Mediterraneo.

Protagonista del nuovo disco dei Radiodervish è l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES.

 

Sarà possibile seguire l’intervista su Idea Radio, in streaming sul sito idearadionelmondo.it e tramite smartphone e tablet scaricando la app Idea Radio nel Mondo sugli store Android, Ios o Windows Mobile.  

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento